Nell’ormai lontano 2005, quando si decise di rilanciare Doctor Who con un revival moderno – ancora in onda – la scelta per il volto del protagonista cadde su Christopher Eccleston. Ora, nell’autobiografia I Love the Bones of You: My Father and the Making of Me, l’attore è tornato a parlare di quel periodo, condividendo alcuni dolorosi ricordi personali. Eccleston ha infatti rivelato di aver sofferto di anoressia all’epoca della prima e unica stagione dello show a cui ha partecipato.

Ecco le sue parole:

Molte volte avrei voluto rivelare che per tutta la mia vita ho sofferto di anoressia e dismorfofobia. Ma non l’ho mai fatto. Ho sempre creduto che fosse uno sporco segreto, perché sono del nord, sono un uomo, e vengo dalla classe operaia. Le persone amavano il modo in cui apparivo nella serie, ma in realtà ero molto malato. La ricompensa per quella malattia era la parte. E in ciò si perpetuava quella situazione spiacevole.

Le condizioni personali dell’attore lo hanno in seguito condotto, dopo la separazione dalla moglie, ad un ricovero ospedaliero Lo stesso Eccleston ha ricordato di aver sofferto di ansia e aver avuto pensieri suicidi all’epoca. Si tratta di un racconto che dimostra come l’attore abbia infine trovato la forza per parlare dei propri problemi.

Doctor Who ritornerà sugli schermi di BBC con gli episodi della dodicesima stagione all’inizio del 2020. La protagonista sarà nuovamente l’attrice Jodie Whittaker e il primo episodio inedito si intitolerà Resolution e andrà in onda a Capodanno.

Lo showrunner sarà ancora una volta Chris Chibnall dopo l’addio di Steven Moffat, impegnato in altri progetti tra cui Dracula.

Potete rimanere aggiornati sullo show grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

CORRELATO A DOCTOR WHO E CHRISTOPHER ECCLESTON

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

Fonte: WIC

Consigliati dalla redazione