Tra gli spettatori che attendono con ansia l’arrivo della serie tv di Il Signore degli Anelli, c’è anche George Martin, autore delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Lo scrittore si è detto grande fan del lavoro del professore, peraltro influente sulla sua opera come su tutto il genere fantasy. Tuttavia, intervenendo ad un evento nel corso del quale ha ricevuto un riconoscimento, lo scrittore non ha lesinato alcune critiche al lavoro di Tolkien.

Si tratta di uno dei grandi romanzi del ventesimo secolo, ma non significa che sia perfetto. Continuo ad avere il desiderio di dibattere con il professor Tolkien a proposito di alcuni aspetti. Voleva realizzarlo in modo molto brillante ma… guardo al finale, quando dice che Aragorn diventa re e scrive “e Aragorn regnò saggiamente per cento anni”. Scrivere quella frase è facile… ma voglio sapere quale è stata la sua politica in tema di tassazione. Cosa ha fatto quando la carestia ha colpito il regno? E come si è comportato con gli orchi? Molti orchi sono fuggiti.

Non sono stati uccisi tutti, molti sono scappati sulle montagne. Aragorn ha portato avanti un piano di genocidio sistematico degli orchi? Ha mandato i suoi cavalieri sulle montagne per ucciderli? Anche i bambini orchi? O magari per loro c’è stata una riabilitazione, per insegnare loro ad essere dei buoni cittadini. E se quegli orchi erano il risultato della manipolazione degli elfi, vuol dire che orchi e elfi si possono sposare? Immagino che in Dungeons and Dragons possano farlo.

Difficilmente la serie risponderà a queste domande, dato che si svolgerà durante la Seconda Era della Terra di Mezzo.

IL SIGNORE DEGLI ANELLI: I DETTAGLI SULLA SERIE

Le riprese della prima delle previste cinque stagioni (più un potenziale spinoff) dovrebbero iniziare quest’anno, con una messa in onda nel 2020, o forse addirittura nel 2021, su Amazon Prime Video.

Gli sceneggiatori della serie saranno JD Payne Patrick McKay (Jungle Cruise), con il coinvolgimento di Bryan Cogman (Game of Thrones), Gennifer Hutchison (Breaking Bad), Jason Cahill (I Soprano), Justin Doble (Stranger Things). Tra i produttori vi saranno Lindsey Weber, Bruce Richmond, Gene Kelly, Sharon Tal Yguado, Ron Ames, Helen Shang e Glenise Mullins.

Nel team vi saranno poi la costumista Kate Hawley, lo scenografo Rick Heinrichs, il supervisore degli effetti visivi Jason SmithTom Shippey (esperto del mondo di J.R.R. Tolkien), e l’illustratore e concept artist John Howe. Nel cast della serie sono confermati Will Poulter e Markella Kavenagh.

J.A. Bayona sarà il regista dei primi due episodi.

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

 Fonte: the sun