Quando pensiamo a Sean Bean pensiamo a un attore di grande talento, che piace al pubblico e che ha dietro di sé un curriculum di tutto rispetto. Da Game of Thrones a Il Signore degli Anelli, Bean è stato interprete di personaggi molto amati e ha regalato performance degne di nota.

Ma c’è da dire che, nel corso degli anni, Bean ha iniziato a distinguersi dagli altri suoi colleghi per un ‘dettaglio’ non esattamente positivo: i personaggi che lui interpreta muoiono quasi sempre. E dato che questo è un fatto che si è in qualche modo legato alla sua carriera (con tanto di ironia in rete), lui ha deciso che è giunto il momento di cambiare rotta e iniziare a prediligere ruoli in cui ‘sopravvive’.

Bean ha rivelato:

Ho rifiutato delle cose. Ho detto ‘Sanno che il mio personaggio morirà perché sono io a interpretarlo!’!  Devo dare un taglio a questa cosa e iniziare a sopravvivere, altrimenti diventa tutto un po’ prevedibile.

La morte più controversa di Bean avvenuta sullo schermo è stata certamente quella legata al personaggio di Ned Stark, che in Game of Thrones era passato dall’essere il protagonista a finire vittima di una morte brutale già alla fine della prima stagione. Bean ha raccontato di come apprese della morte del personaggio:

Avevo letto i libri di Game Of Thrones, e loro mi avevano detto: ‘Qui muori, ma verso la fine della serie’. E la mia risposta è stata tipo, ‘Sì, sì, mi sembra abbastanza giusto’. Quindi al tempo dissero chiaramente che sarei morto, e io ho pensato ‘non voglio rimanere bloccato in una di quelle serie che durano sette anni’. Ma ora penso che sarebbe stato meglio rimanere bloccato! Ma era molto chiaro cosa George RR Martin voleva accadesse a Ned, e così è stato.

Che ne pensate di questa decisione di Sean Bean? Lasciate un commento!

Via CB

Consigliati dalla redazione