Quando è stato annunciato l’arrivo di El Camino, il film sequel di Breaking Bad ora disponibile su Netflix, tutti si sono augurati che un personaggio in particolare potesse apparire nuovamente al fianco del Jesse Pinkman interpretato da Aaron Paul.

Ovviamente, stiamo parlando di Walter White (Bryan Cranston), protagonista della serie della AMC insieme a Pinkman. Il personaggio, com’era stato confermato in più di una occasione, ha perso la vita nel finale della serie (‘Felina’), trasmesso nel 2013, e nel film è riapparso grazie a un flashback.

Il contesto della scena

Il ritorno di Cranston nel film si lega a un momento della seconda stagione di Breaking Bad’ (episodio “4 Days Out”), quando Walt e Jesse — dopo aver prodotto metanfetamina per un valore superiore ai $ 600.00 — si ritrovano bloccati nel deserto per via del fatto che Jesse avesse dimenticato il quadro del camper acceso scaricandone completamente la batteria. Dopo diversi tentativi andati male, grazie alle conoscenze di Walt, trovano il modo di far partire il veicolo e si allontanano, finalmente, dal posto. La scena vista in El Camino avviene subito dopo quel momento, con i due che fanno colazione in un motel. Nel corso della scena, Walt parla a Jesse dicendogli che secondo lui dovrebbe andare all’università.

In ogni caso, nonostante Jesse ricordi il consiglio di Walt, Aaron Paul non pensa che il ragazzo voglia tentare di tornare a studiare:

Penso che il suo sogno sia quello di ricominciare a lavorare con le sue mani e fare qualche m**da con il legno.

Aaron ha anche parlato di quanto fosse importante far riapparire Cranston nei panni di Walter White:

Si tratta di Breaking Bad, Walt e Jesse. [Lo show] segue davvero il viaggio di Walt, la sua trasformazione in Heisenberg, e Jesse lungo la strada, e quindi è stato molto importante averlo con noi, naturalmente, e specialmente in quel momento, che è molto bello perché è prima che avvenisse il caos assoluto.

Che ne pensate di queste dichiarazioni di Aaron Paul? Ditecelo nei commenti!

Fonte: TV Guide