Jack Thorne, attualmente impegnato nella realizzazione di Queste oscure materie, ha espresso le sue preoccupazioni causate dalla mancanza di un’adeguata rappresentazione della disabilità sugli schermi televisivi.
Lo sceneggiatore ha spiegato di essere deluso dalla mancanza di ruoli assegnati a Genevieve Barr, con cui ha collaborato in occasione di the Fades, e Ruth Madeley, per cui ha scritto un ruolo importante in The Accident.

Thorne ha sottolineato:

Le persone spesso non riescono a vedere oltre la disabilità e si concentrano sul livello di attenzione che sarebbe necessario e dei possibili costi, invece che considerare cosa potrebbero offrire questi attori fenomenali.

Nel cast di Queste oscure materie ci sarà anche Mat Fraser, affetto da Focomelia:

Mat, che è un incredibile attore disabile, ha sempre detto che il mondo dei disabili sta aspettando il suo Denzel Washington, ma la realtà è che non abbiamo ancora avuto il nostro Sidney Poitier.

Barr, intervenendo sul magazine Broadcast, ha spiegato perché pensa ci sia così poco spazio per i personaggi disabili nelle serie drammatiche:

La paura di causare offese o rappresentare in modo scorretto i personaggi con disabilità è uno dei motivi per cui si fatica a includere figure disabili nelle serie. Non incolpo semplicemente gli sceneggiatori, ma anche le case di produzione, le emittenti e i casting director. Le persone devono collaborare in modo che i personaggi disabili non appaiano sullo schermo semplicemente come lista di cose da spuntare e una pratica per soddisfare le quote o il senso di colpa delle persone.

L’attrice ha poi aggiunto che il 70% dei ruoli che sta ottenendo negli ultimi anni inizialmente non era stato ideato per una persona sorda:

La mia agente chiede perché ogni personaggio adatto alla mia età e al mio sesso non possa essere non udente.

Barr ha infine dichiarato:

La diversità è questo ricco gruppo di persone con eccitanti background e interessanti punti di vista. Perché le persone non possono accettare la disabilità come una parte di tutto questo? Perché sembra che siano delle persone di cui nessuno vuole raccontare le storie?

Che ne pensate delle riflessioni sulla disabilità compiute da Jack Thorne e Genevieve Barr? Lasciate un commento!

Fonte: ScreenDaily

Consigliati dalla redazione