In vista dell’arrivo di Disney+, che aprirà i battenti in America il 12 novembre, la Disney inizia a fare sul serio.

Secondo quanto riportato, la Disney estrometterà le pubblicità di Netflix dai suoi network. Sembra che la suddetta già a inizio anno avesse annunciato ai suoi  che “non avrebbe più accettato alcun contenuto pubblicitario legato ai servizi di streaming concorrenti.” Questa presa di posizione riguarda Netflix ma, ovviamente, anche Peacock (il servizio di streaming della Universal), Apple TV+ e HBO Max. Sembra però che Disney non applicherà tale provvedimento nei confronti dei servizi di Comcast e AT&T services, dato che Comcast/NBC e WarnerMedia (di proprietà di AT&T) danno a Disney+ la possibilità di trasmettere la sua pubblicità sui loro canali e servizi. Lo stesso non accade, ovviamente, con Netflix, quindi va da sé che non ci siano accordi da poter stringere.

La Disney è proprietaria di diversi canali di rilievo, come ABC, Freeform, e National Geographic, e sia Hulu che FX dipendono sempre da essa, quindi Netflix non potrà più trasmettere i suoi contenuti commerciali su più versanti. La cosa diventa particolarmente serie se pensiamo a tutti gli eventi sportivi e gli award che vengono trasmessi dalla ABC, ma — piccola consolazione — sembra che in tutto questo ESPN dovrebbe fare eccezione e permettere a Netflix di continuare a trasmettere le sue pubblicità.

Che ne pensate di questa notizia? Lasciate un commento!

Via CB

Consigliati dalla redazione