Robert Forster, l’attore scomparso lo scorso 11 ottobre all’età di 78 anni per un tumore al cervello, è stato anche tra i protagonisti di El Camino: Il film di Breaking Bad, che per uno strano scherzo del destino è uscito proprio nel giorno della sua morte. Forster ha ripreso nel film il ruolo che aveva ricoperto in una sola puntata della serie, quello di Ed Galbraith, all’apparenza un commerciante, in realtà uomo in grado di far scomparire e tenere sotto protezione chiunque, ma con un maggior rilievo nella trama.

Il regista di El Camino, Vince Gilligan, ha ricordato Forster in un’intervista a Entertainment Weekly. Gilligan ha saputo della grave malattia dell’attore solo il giorno prima della sua morte e la sua scomparsa ha lasciato lui e tutti i membri della produzione attoniti. “Non ho mai incontrato qualcuno come lui. Era solito fare piccoli regali, portava una sacchetta con dei tagliacarte infiocchettati e li donava a coloro con i quali aveva avuto piacere di lavorare e io sono stato uno dei fortunati. Il mio tagliacarte è sul mio comodino dal giorno in cui l’ho incontrato, quando ho saputo la notizia stavo andando a letto, sono salito al piano di sopra pensando a lui, ho allungato la mano per spegnere la luce e c’era il tagliacarte. È stato un qualcosa di molto toccante”.

Gilligan ha anche parlato delle doti di attore di Forster. “Non lo beccavi mai a recitare. Aveva la stessa qualità di Spencer Tracy, non ti accorgevi del suo lavoro, non lo vedevi sforzarsi, né quanto avesse impiegato per imparare le battute o caricarsi emotivamente. Sono certo che lo facesse, ma non me ne sono mai accorto [ride]. E quando si presentava sul set era semplicemente pronto, ricordava sempre le battute e aveva sempre un atteggiamento positivo. I membri della produzione adoravano lavorare con lui. Mi dispiace che non abbia avuto modo di lavorare di più con lui. Nel grande schema delle cose ho avuto solo due giorni per dirigerlo, ma è incredibile quanto abbia lasciato in Breaking Bad con così poco, visto che è stato presente solo in un episodio. Nella mia mente, e non sto dicendo questo solo perché se n’è andato, era uno dei personaggi più importanti.”

 

Leggi anche:

 

Fonte: Entertainment Weekly