La stagione televisiva 2018/19 è ufficialmente partita e questa volta non sembrano esserci buone notizie per le nuove serie tv che hanno debuttato sui canali broadcast.

Fino al 29 settembre, 13 nuove serie televisive sono state trasmesse. Solo tre titoli devono ancora fare il proprio debutto e stiamo parlando di Almost Family su Fox (2 ottobre), Batwoman su The CW (6 ottobre) e Nancy Drew (9 ottobre).

Prodigal Son su Fox è stata la nuova serie televisiva (e serie drama) di più successo nella fascia demografica 18-49, debuttando con l’1.0 di rating (ritenuto fino ad oggi dagli esperti un risultato mediocre, ma chiaramente ora le cose stanno cambiando). Sul fronte comedy, mixed-ish (0.9) sulla ABC ha pareggiato con Bob Hearts Abishola sulla CBS (0.9) per il primo posto.

Bluff City Law (NBC), The Unicorn (CBS) e Emergence (ABC) hanno tutte debuttato con lo 0.8 di rating, mentre All Rise (CBS), Carol’s Second Act (CBS), Stumptown (ABC) e Bless the Harts (Fox) hanno aperto con un decimo in meno. Insomma una situazione piuttosto preoccupante.

I tre titoli che hanno debuttato con i rating più bassi sono stati Evil sulla CBS (con lo 0.6), Perfect Harmony (0.5) e Sunnyside sulla NBC (0.4!!).

Se prendiamo in considerazione i risultati in termini di telespettatori, The Unicorn ha ottenuto il maggior numero di telespettatori durante la sua premiere, con un totale di 6 milioni di telespettatori totali, seguito a ruota da All Rise, Carol’s Second Act e Bob Hearts Abishola — tutti e quattro sono show targati CBS.

Sunnyside e Bless the Harts si posizionano alla fine di questa classifica, con 1.8 milioni di telespettatori sintonizzati per entrambe le serie.

Insomma come avrete potuto notare, a fare i grandi numeri ci pensano solo le serie storiche (o comunque tutte quelle già iniziate da almeno due anni), quindi il pubblico affezionato è ancora propenso a ritornare se interessato. Quest’anno sembra essere mancata una proposta accattivante per tutti coloro che ormai sono sempre più abituati ai servizi streaming e alle serie tv via cavo. I contenuti aumentano ogni anno sempre di più, così come la qualità dei prodotti televisivi, e questo di conseguenza ha un impatto sui telespettatori, specialmente quelli appartenenti alla fascia demografica 18-49, la fascia commerciale più importante che sembra aver perso l’interesse per le novità broadcast.

Che cosa ne pensate? Lasciate un commento.

Fonte: TVByTheNumbers

Consigliati dalla redazione