Due settimane dopo il lancio di The Boys su Amazon Prime Video (avvenuto il 26 luglio), la compagnia aveva rilasciato un comunicato stampa reclamizzando il fatto che la serie tv era già una dello loro più viste di sempre. Ciò che mancava da questo comunicato erano i dati ufficiali, dal momento che le piattaforme streaming generalmente non rendono pubblici gli ascolti di uno show. Ora, grazie a Nielsen’s SVOD Content Ratings (il metodo di Nielsen per rilevare i rating delle serie tv dei servizi streaming), è possibile mettere un numero vicino a quell’affermazione di Amazon.

Ma prima facciamo un passo indietro, cosa significa SVOD?

VOD sta per Video on Demand. L’aggiunta della S sta per Subscription, ossia quel canone fisso mensile che l’utente paga per accedere al catalogo offerto senza costi aggiuntivi: quindi Amazon, Netflix ma anche Sky Online e Tim Vision per intenderci.

Il servizio rating ha quindi aggiunto anche Amazon alla sua misurazione SVOD, che permetterà quindi ai clienti Nielsen di monitorare la performance degli show che vanno in onda su Prime Video. The Boys ha ottenuta una media di 4.1 milioni di telespettatori per episodio durante i primi dieci giorni dall’uscita – un risultato ottimo ma ben lontano dalla performance di Stranger Things su Netflix, ma molto più vicino gli ascolti dell’ultima stagione di House of Cards.

Nielsen ha detto che il primo episodio di The Boys è stato visto da più di 6 milioni di spettatori nei primi dieci giorni, e almeno 8 milioni di spettatori hanno visto almeno qualche minuto della serie.

Ci teniamo a precisare che questi dati prendono in considerazione solo il mercato statunitense, le visioni internazionali spingerebbero il totale molto più in alto.

Che cosa ne pensate? Lasciate un commento.

Fonte THR

Consigliati dalla redazione