Arrow: le anticipazioni su Present Tense e le ripercussioni del cliffhanger

Attenzione: l'articolo contiene spoiler
L’episodio della scorsa settimana di Arrow, con il suo sorprendente cliffhanger, si dimostrerà certamente importante per diversi motivi, uno dei quali è che sarà probabilmente quello da cui originerà lo spinoff della serie. Le riprese del backdoor pilot del potenziale show, che – lo ricordiamo – non è ancora stato ufficialmente promosso a serie da The CW, con il suo titolo provvisorio di Canaries, sono iniziate il 21 ottobre e si sono ormai concluse con protagoniste Mia Smoak, alias Green Arrow (Katherine McNamara), Laurel Lance (Katie Cassidy) e Dinah Drake (Juliana Harkavy), con la puntata che andrà ufficialmente in onda come 9° episodio di questa ottava ed ultima stagione di Arrow a gennaio del 2020.

CORRELATO – Arrow 8×03 “Leap of Faith”: la recensione

Per gli appassionati di Arrow, complice la scarsità di notizie sul potenziale show, è fino adesso stato difficile immaginare come le tre protagoniste di Canaries potessero interagire tra loro considerato che venivano da tempi diversi e l’idea che la Cassidy e la Harkavy potessero far parte dell’azione nelle vesti di due supereroine piuttosto attempate appariva difficile da credere. Il fatto che in Leap of Faith, William, Connor e Mia si ritrovano catapultati per mano di The Monitor nel 2019, potrebbe però significare che l’azione dello spinoff si svolga nel presente con la permanenza nel passato di Mia che potrebbe quindi essere destinata a perdurare nel tempo e con la ragazza che raccoglierà così letteralmente dalle mani del padre la sua eredità (ed il suo cappuccio verde), magari con l’intento di impedire che Star City degeneri a quel punto di non ritorno di cui siamo stati fino ad ora testimoni nei flashforward che, con queste premesse, potrebbero forse considerarsi conclusi.

Un’altra possibilità, suggerita da un recente cinguettio di Marc Guggenheim, suggerisce invece che a spostarsi nel futuro di Mia potrebbero invece essere Laurel e Dinah. Rispondendo alla richiesta di un fan, che domandava se la tradizione sarebbe stata rispettata e se il penultimo episodio della stagione avrebbe avuto il titolo di una canzone di Springsteen, il produttore esecutivo ha risposto:
Sfortunatamente lo Studio ci ha chiesto di dare all’episodio il titolo dello spinoff, senza dimostrare alcun rispetto per le tradizioni. Tuttavia apprezzerei molto se potessimo tutti fingere che il vero titolo dell’8×09 sia ‘Vivere nel futuro’, grazie davvero“.

 

Tornado all’episodio della scorsa settimana, un’altra conseguenza interessante del cliffhanger è che, apparentemente, a essere portati nel passato, non sono stati solo i figli di Oliver e Diggle, ma anche i membri della gang dei Deathstroke che nel promo per l’episodio di questa settimana, vediamo scontrarsi con il nuovo Team Arrow e che sono anche citati dalla descrizione ufficiale della puntata che recita:

Quando un misterioso nuovo Deathstroke appare a Star City, Oliver ed il Team Arrow insistono nel voler affrontare loro stessi questo nuovo nemico. Nel frattempo, mentre si riprendono dalla morte di uno dei loro, i membri del Team Arrow del futuro trovano un modo per fermare JJ“.

Ogni episodio di quest’anno, sin dal suo debutto, è stato un omaggio a una stagione passata di Arrow e Present Tense non sembra fare eccezione con i suoi molti riferimenti alla seconda stagione della serie, dominata per l’appunto da uno dei cattivi migliori che lo show abbia mai avuto: Slade Wilson. La puntata potrebbe però non limitarsi solo ad omaggiare il personaggio interpretato da Manu Bennett; anche se non è possibile dare la notizia per certa, perché non sempre il sito si è dimostrato affidabile, secondo IMDB, nell’episodio dovrebbe apparire anche il Grant Wilson di Jamie Andrew Cutler, il che potrebbe significare che dietro la gang di Deathstroke che metterà a ferro e fuoco la città nel presente, potrebbe non esserci necessariamente JJ (Charlie Barnett).
Per chi non lo ricordasse, Grant Wilson è il fratello minore di Joe Wilson e figlio di Slade apparso nell’episodio della 1^ stagione di Legends of Tomorrow, intitolato Star City 2046, nel ruolo del Deathstroke del futuro.
E’ difficile, se questa notizia risultasse vera, prevedere come e perché Grant possa essersi ritrovato improvvisamente catapultato con gli altri nel 2019, considerato soprattutto che l’ultima volta il personaggio è stato menzionato nel 6° episodio della 6^ stagione di Arrow intitolato Promises Kept, ma non è escluso che possa essere una trovata degli autori per dare così una possibilità al figlio di sangue di Diggle di ravvedersi e mettere così fine alla sua faida con Connor e con il Team Arrow del futuro.

In Present Tense, che vedrà tra i protagonisti anche Echo Kellum nel ruolo di Curtis Holt, come guest star dell’episodio, tornerà anche a fare capolino il Mar Novu di LaMonica Garrett da quando Oliver ha scoperto grazie a Thea che non solo questo misterioso personaggio non starebbe affatto cercando di impedire l’arrivo della Crisi, ma ne sarebbe addirittura la causa scatenante.

In una recente intervista con TV Guide, parlando del prossimo episodio LaMonica Garrett e Stephen Amell hanno dichiarato come tutto, in questa stagione, sia legato da un filo invisibile, compresa la decisione di Mar Novu di far arrivare nel 2019 William, Connor e Mia dal futuro:

In quell’azione c’è decisamente lo zampino di The Monitor“. Ha spiegato Garrett . “Tutto quello che fa è per una ragione superiore e credo che una delle cose migliori che gli autori abbiano fatto sia che ogni domanda che al momento sembra non avere una risposta, avrà prima o poi una risoluzione più avanti nella stagione o durante la Crisi. Personalmente posso dire che The Monitor riesce a far affiorare da ogni personaggio con cui interagisce qualcosa che era sopito o che mancava e che lo fa a modo suo ed al fine di ottenere quello che deve, è un vero giocatore di scacchi“.

In quanto al motivo per cui i tre ragazzi sono stati portati nel passato e se torneranno mai indietro, quel che è certo è che, comunque vada, Oliver avrà quanto meno l’irripetibile occasione di trascorrere del tempo con i suoi figli, quanto meno dopo che sarà riuscito a riprendersi dalla sorpresa:
Oliver è senza parole, ovviamente,” ha anticipato Amell. “E mentre non sa bene come comportarsi con Mia, credo che uno degli scambi più belli avvenga proprio con William. Quella scena, in un certo senso la mia prima scena importante con Ben, potrebbe essere una delle mie preferite della stagione“.
Ed il motivo per cui il protagonista della serie dica questo è più che comprensibile, considerato come, mentre non conosce affatto Mia, l’ultima volta che ha visto William, lui e Felicity l’hanno più o meno abbandonato con i nonni, se non proprio sbarazzandosi di lui, quanto meno prendendo la decisione di allontanarlo per proteggerlo, ma smettendo quasi del tutto di avere rapporti con il ragazzo, qualcosa per cui sappiamo William ce l’ha comprensibilmente a morte con i genitori.

Comunque vadano le cose e chiunque si nasconda dietro la maschera del nuovo Deathstroke, quel che è certo è che anche questa nuova puntata di Arrow si preannuncia una montagna russa di emozioni, non solo per Oliver, William e Mia o Connor, JJ e Diggle che – lo ricordiamo – non sa nulla della rivalità tra i figli, ma anche per il povero Rene, che dovrà ricevere la terribile notizia della morte della figlia nel futuro, confermando come questa ottava stagione continui a regalarci soddisfazioni episodio dopo episodio.

L’ottava ed ultima stagione di Arrow va in onda negli Stati Uniti ogni martedì su The CW.

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.