Purgatory, il settimo episodio dell’ottava stagione di Arrow, nonché quello che precederà Crisi sulle Terre Infinite, sarà una puntata importante per lo show ed in un certo senso andrebbe probabilmente trattata come fosse un finale di serie o, quanto meno, l’episodio in cui potremmo forse vedere per l’ultima volta in azione Oliver Queen nei panni di Freccia Verde, crossover escluso. L’episodio di Crisi di Arrow, il 4° dei 5 programmati, andrà infatti in onda il 14 gennaio, dopo la pausa natalizia e sarà seguito da Livin’ in the Future, il 21 gennaio, la puntata che introdurrà l’eventuale spinoff sulle Canaries in cui Stephen Amell non sarà presente e che, da conferma di Marc Guggenheim avrà luogo nel 2024, come il resto dello show nel caso in cui venga promosso a serie dal network. Il 28 gennaio Arrow si concluderà con il finale di serie intitolato Fadeout che, in un azzeccatissimo gioco di parole, oltre a significare “dissolvenza“, è anche la parola con cui si indica una precisa parte di un arco da tiro che si traduce in “flettente”.

Considerata questa programmazione è evidente come l’episodio che andrà in onda questa settimana potrebbe essere quindi l’ultimo in cui, nello show, vedremo il protagonista combattere esclusivamente accanto al suo Team ed ai suoi amici, soprattutto considerato quello che sembra essere il suo ormai fosco destino nel crossover. Che Oliver Queen muoia o scompaia in seguito alla Crisi, per qualsiasi ragione gli autori saranno riusciti ad inventarsi, il finale di serie appare infatti destinato ad essere una puntata commemorativa più che un epilogo del suo percorso in cui non ci è dato sapere in quale forma il protagonista apparirà.

Per quanto concerne Purgatory, invece, che dalle immagini promozionali sembra sarà una puntata decisamente esplosiva, questa è la sua ufficiale descrizione:

La missione di Oliver (Stephen Amell) lo porta su Lian Yu dove cerca di ignorare le ripercussioni dell’imminente Crisi fino a che non riceve l’aiuto di un vecchio amico. Nel frattempo il Team Arrow unito affronta un vecchio nemico.

In una stagione che, episodio per episodio, ha ripercorso gli otto anni di questa serie, riportando il protagonista a rivivere il suo percorso di trasformazione da giustiziere ad eroe, è indicativo di quanto importante questa puntata sarà il fatto che Purgatory, “purgatorio” appunto, la traduzione del nome cinese dell’isola dove Oliver Queen naufragò dopo l’affondamento della Queen’s Gambit, si svolgerà proprio su Lian Yu. Nel promo della puntata si vede Oliver rendere omaggio alle tombe delle persone che sono morte in quel luogo e che lì sono state sepolte, presumibilmente quindi Robert Queen, Shado, Yao Fei e Taiana Venediktov prima che qualcosa – che non sappiamo se essere una realtà alternativa, un viaggio nel tempo o la realtà di un altro universo – messa nuovamente in moto da The Monitor, porti l’intero Team Arrow a scontrarsi con Deathstroke.
Da quanto emerge dagli ultimi spoiler il Deathstroke che vedremo non dovrebbe tuttavia essere lo Slade Wilson di Manu Bennett (che non è escluso possa fare un’apparizione a sorpresa), quanto piuttosto Bill “Billy” Wintergreen. Per chi non lo ricordasse, Billy, apparso nella prima stagione della serie ed interpretato da Jeffrey Robinson, era un membro dell’Intelligence australiana, ex amico e partner di Slade, che – dopo l’arrivo sull’isola con l’incarico di salvare Yao Fei Gulong (Byron Mann) tradì Slade e si alleò con i mercenari di Edward Fyers (Sebastian Dunn).
Ad uccidere Billy con una freccia nell’occhio fu proprio Slade che si impossessò poi della sua maschera che avrebbe usato da quel momento in poi come Deathstroke.

Come anticipato, non sappiamo in che modo The Monitor interverrà questa volta, ma sicuramente parte dell’episodio si svolgerà in qualche forma di realtà alternativa, considerato che saranno presenti sia Edward Fyers (Sebastian Dunn) che Yao Fei Gulong (Byron Mann), che sulla carta sono morti e la cui presenza dovrebbe chiudere il cerchio di questo viaggio nella memoria per il protagonista della serie che già dalla scorsa puntata ha compreso di dover accettare il proprio destino nella Crisi.

E proprio a proposito delle conseguenze del crossover in cui è prevista la morte di Oliver Queen, a meno che gli autori non abbiano inventato qualcosa di alternativo ma non meno conclusivo della morte del personaggio, del finale di serie abbiamo solo qualche sparuto spoiler. L’immagine che per esempio Stephen Amell ha postato qualche tempo fa, annunciando l’inizio della preparazione per le riprese di Fadeout, si è scoperto essere il metodo usato dalla produzione per creare una statua di Green Arrow che, grazie a Canadagraphs, sappiamo verrà svelata in una cerimonia commemorativa proprio durante l’episodio finale.

View this post on Instagram

Series Finale Prep. Day 1.

A post shared by Stephen Amell (@stephenamell) on

La scena in questione è stata girata nello stesso parco di Vancouver, alias Star City, in cui Oliver fece la proposta di matrimonio a Felicity ed in cui, tra le altre cose, campeggia un cartello stradale che rivela il nome della via che porta al parco: “Oliver Queen Memorial Drive“.

Come rivelato dal blogger e confermato da un tweet di James Bamford, regista dell’episodio, che ha cinguettato:
Non abbiamo mai avuto così tanti attori sul set come oggi… sul nostro set ed in una sola scena… e no, non era il crossover. Grazie a tutti quelli che sono riusciti a venire oggi. E’ stato il miglior regalo dell’anno. Vi voglio bene, sapete a chi mi riferisco“, sulla scena dello svelamento della statua erano presenti moltissime comparse, Canadagraphs ha parlato di non meno di 20/30 camper di attori, ma tra loro sembrano essere stati individuati grazie ai costumi rossi che spiccavano nel buio della notte The Flash e Arsenal, ad indicare il fatto che una delle ultime scene di Arrow, se non proprio l’ultima, potrebbe essere una coinvolgente celebrazione dell’eroe in cui tutti i suoi amici e alleati si presenteranno nei propri costumi, piuttosto che negli abiti civili, in una sorta di omaggio al famigerato funerale di Superman dei fumetti in cui tutti i supereroi che avevano collaborato con lui, presentarono i loro omaggi all’uomo d’acciaio indossando il loro costume.

L’ottava stagione di Arrow, quella finale, va in onda negli Stati Uniti ogni martedì su The CW. L’episodio finale di Arrow andrà in onda il 28 gennaio.

CORRELATO A FINALE ARROW