Peter Dinklage, interprete di Tyrion in Game of Thrones, è probabilmente uno degli attori più amati della serie, e nemmeno la divisiva ultima stagione, per la quale gli showrunner sono stati criticati, ha intaccato tutto ciò. L’attore ha proprio accennato agli ultimi episodi della serie che gli ha portato la notorietà, nel corso di un’intervista e ha spiegato le motivazioni sul perché molti si sono sentiti traditi dalle ultime puntate:

Ovviamente ognuno avrà sempre la propria opinione, intesa quasi come una proprietà. È come rompere con qualcuno. Ci si arrabbia. Non posso parlare per tutti, ma ciò che provavo io era che non volevo che finisse, e allo stesso modo molte persone hanno reagito arrabbiandosi. Credo che ciò che David Benioff e Dan Weiss hanno fatto sia stato straordinario. Queste sono cose che succedono, a volte creiamo dei mostri e non ce ne rendiamo conto. Li votiamo per portarli a delle cariche. Per tutti quelli che si sono arrabbiati perché amavano un personaggio e avevano molta fiducia in quella persona, vi dico che c’erano da molto tempo dei segnali su quel personaggio.

Dinklage qui evidentemente si riferisce a Daenerys e al suo improvviso mutamento nelle sei puntate finali, da regina liberatrice a tiranna.

Ci sono persone che hanno chiamato le loro figlie Khaleesi. Forse dovevate aspettare fino al finale prima di farvi quel tatuaggio o dare quel nome al vostro golden retriever. Non posso aiutarvi, mi spiace. Lei è impazzita, è stata condotta fino a quel punto, ed è una vittima anche per come è stata trattata. Ha dovuto attraversare molte cose, e ne è uscita fuori arrabbiata, come molti di noi.

CORRELATO A PETER DINKLAGE DIFENDE GLI SHOWRUNNER DI GAME OF THRONES

Potete rimanere aggiornati sulla serie e sui futuri spinoff grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

Fonte: WIC

Consigliati dalla redazione