La prima stagione di The Witcher è stata accolta in modo generalmente positivo dagli spettatori, nonostante una gestione delle linee temporali che potrebbe confondere i più. Scopriamo infatti ad un certo punto che le storie dei tre protagonisti, Geralt, Yennefer e Ciri non si svolgono nello stesso momento, ma che gli eventi di Ciri avvengono molto dopo le storie dei primi due. La scrittura non facilita questo approccio, dato che nel primo episodio la scrittura salta continuamente tra le vicende di Geralt e quelle di Ciri, senza specificare che una avviene molto prima dell’altra. La showrunner della serie Netflix, Lauren S. Hissrich, ha spiegato meglio questo approccio.

Ecco la spiegazione della showrunner di The Witcher sulle linee temporali:

Per me era importante iniziare assicurandoci di capire chi fosse Geralt e chi fosse Ciri, e poi nel secondo episodio Yennefer. (…) Volevamo assicurarci che quelle che io chiamo “campane e fischietti della fantasia” – cioè i mostri e la magia, la violenza, le battaglie e la sessualità – insomma tutte quelle cose che ci aspettiamo da un certo tipo di fantasy, che quelli non prendessero il posto rispetto all’effettivo sviluppo del personaggio. Dovevamo lasciare che i personaggi vivessero e respirassero un po’ in questo mondo. Questo è stato uno dei motivi per cui abbiamo strutturato la storia in quel modo.

Ci sono un paio di suggerimenti nel primo episodio sul fatto che ci sono alcune cose interessanti che accadono nel tempo, ma a meno che lo spettatore non stia prestando molta attenzione o sappia cosa sta cercando, sono piccole linee di dialogo che potrebbero facilmente passare inosservate. Non volevo costringere uno spettatore, in particolare un nuovo fan, a prestare così tanta attenzione, volevo solo che si godessero il primo episodio.

CORRELATO A THE WITCHER: SPIEGAZIONE LINEE TEMPORALI

Lo show, che sarà composto da otto episodi, racconta la storia di Geralt di Rivia (Cavill), un solitario cacciatore di mostri che lotta per trovare il proprio posto in un mondo in cui le persone si dimostrano essere più spietate delle bestie. Quando il destino lo porta a incontrare una potente donna che usa la magia e una giovane principessa con un pericoloso segreto, i tre devono imparare ad affrontare i pericoli insieme. I romanzi, come molti di voi già sapranno, sono stati adattati in una serie di videogiochi di successo.

Ispirata al best-seller fantasy, The Witcher è una fiaba epica. Geralt di Rivia, un solitario cacciatore di mostri, lotta per trovare il suo posto in un mondo in cui le persone spesso si dimostrano più malvagie delle bestie. Ma quando il destino lo spinge verso una potente strega e una giovane principessa con un pericoloso segreto, i tre devono imparare a convivere per affrontare insieme un viaggio. Nel cast della serie: Henry Cavill (Geralt di Rivia), Freya Allan (Ciri, la principessa di Cintra), Anya Chalotra (la maga Yennefer), Jodhi May (la Regina Calanthe), Björn Hlynur Haraldsson (il cavaliere Eist), Adam Levy (il druido Saccoditopo), MyAnna Buring (Tissaia), Mimi Ndiweni (Fringilla), Therica Wilson-Read (Sabrina) e Millie Brady (la Principessa Renfri).

Quattro episodi, tra cui il primo, sono diretti da Alik Sakharov (House of CardsIl Trono di Spade), mentre Alex Garcia Lopez (Marvel – Luke CageUtopia), Charlotte Brändström (Outlander – L’ultimo vichingoCounterpart e Disparue) e Marc Jobst (Tin StarMarvel’s The Punisher) dirigono due episodi ciascuno.

La serie è già stata rinnovata per una seconda stagione.

Potete commentare qui sotto o sul forum!

Fonte: wic