Pubblicità

Dracula non convince su BBC One, partenza in calo per Doctor Who

BBC One ha voluto iniziare il 2020 in grande stile con Dracula e Doctor Who, ma purtroppo i risultati sono stati ben al di sotto delle aspettative per il network inglese.

L’adattamento di Steven Moffat e Mark Gatiss della leggendaria storia di Bram Stoker sul conte proveniente dalla Transylvania era davvero il titolo di punta per BBC One per le festività.

Il primo dei tre episodi del drama prodotto da Hartswood Film (Sherlock) è stato visto da 3.6 milioni di telespettatori dalle 21:00 alle 22:30 su BBC One, secondo overnights.tv. Dracula è stato il programma più visto nel suddetto time slot, ma il 19,2% di share dei telespettatori totali sintonizzati davanti alla tv è un numero ben al di sotto dell’usuale 24,2% di share a cui il canale è abituato. Per fare un confronto, Sherlock, l’ultimo adattamento letterario di Moffat e Gatiss, aveva debuttato con 7.5 milioni di telespettatori a luglio 2010. Va tenuto conto che nonostante siano passati “solo” 10 anni, oggigiorno è difficile decretare il successo di una serie televisiva tenendo conto solo della prima messa in onda. Sicuramente i telespettatori di Dracula aumenteranno notevolmente nei giorni a seguire attraverso le visioni non lineari.

Sempre sulla BBC, Jodie Whittaker è ritornata nei panni del Doctor Who con la sua seconda stagione, che è stata vista da 4.96M milioni di telespettatori nel time slot delle 19:00 su BBC One.

Presentato come uno degli episodi più ambiziosi, Spyfall: Part One è stato seguito da un numero nettamente inferiore rispetto a qualsiasi altro episodio della prima stagione. Il debutto dell’undicesima stagione era stato visto da 8.2 milioni di telespettatori a ottobre 2018. La serie sci-fi prodotta da BBC Studios è stata superata da Emmerdale, la soap opera è stata infatti il programma più seguito di Capodanno con 5 milioni di telespettatori.

Nonostante questo, il risultato ottenuto dal Doctor Who della Whittaker non è da considerarsi propriamente scoraggiante, dal momento che la season premiere della seconda stagione con Peter Capaldi era stata seguita da 4.6 milioni di telespettatori a settembre 2015.

Il 2 gennaio è andato in onda il secondo episodio di Dracula, lo show targato BBC One che quest’oggi è stato lanciato su Netflix in tutto il mondo, e nonostante sia stato ampiamente apprezzato dalla critica (solo il Guardian ha dato alla serie cinque stelle su cinque), non è riuscito a mantenere il pubblico del primo episodio.

Il secondo episodio è stato visto da 2.8 milioni di telespettatori sempre nel time slot dalle 21:00 alle 22:30. Si è trattato di un calo del 22% (che tradotto in cifre equivale a 800mila telespettatori in meno) rispetto al lancio. Nonostante la premessa di prima, ossia che i tempi sono cambiati e che il pubblico che guarda gli show in prima serata diminuisce sempre di più, le aspettative per Dracula erano decisamente differenti. Lo show con Claes Bang nei panni del Conte Dracula ha sì ottenuto i rating più alti nel suo time slot battendo Bancroft su ITV (2.6 milioni di telespettatori), ma al tempo stesso lo share ottenuto – 15,6% – è stato nettamente inferiore rispetto alla media del canale il giovedì sera (18,1%).

La terza e ultima parte di Dracula è andata in onda ieri sera e appena avremo i dati aggiorneremo quanto prima l’articolo. Detto ciò, vi ricordiamo che a partire da oggi tutti e tre gli episodi sono disponibili sul servizio streaming Netflix e questo più di ogni altro dato è quello che maggiormente crediamo abbia influito sull’andamento della serie su BBC One.

La serie in tre episodi è prodotta da Hartswood Films (Sherlock) e andrà in onda su BBC One in UK e Irlanda, e Netflix nel resto del mondo, Italia inclusa. La storia avrà inizio nella Transilvania del 1897 per poi spostarsi, ovviamente, nella Londra Vittoriana.

Dietro la macchina da presa troviamo Jonny Campbell (Westworld) che ha diretto la première, Damon Thomas (Killing Eve) e Paul McGuigan (Film Stars Don’t Die in Liverpool) che si sono occupati delle due puntate seguenti. Nel cast anche Jonathan Aris (Black Mirror: Bandersnatch), Sacha Dhawan (The Boy With the Top Knot), Nathan Stewart-Jarrett (Misfits) e Catherine Schell (On Her Majesty’s Secret Service) che affiancheranno Claes Bang, nel ruolo dell’iconico vampiro, Youssef Kerkour e Clive Russell.

Che ne pensate? Lasciate un commento qui sotto o sul forum!

CORRELATO AL TRAILER NETFLIX DI DRACULA

Pensate che il lancio su Netflix di Dracula abbia influito sugli ascolti in Live+Same Day su BBC One? Ditecelo nei commenti.

Fonte: Deadline

Video Correlati

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.

Pubblicità