Quella di Hunters rappresenta una nuova esperienza nella straordinaria carriera di Al Pacino. L’attore si cimenta qui con uno show televisivo, prodotto da Amazon, nel quale guida un gruppo di uomini che danno la caccia ai nazisti negli anni ’70. L’attore ha parlato della propria esperienza di attore nello show nel corso di un panel. Pacino ha dichiarato che ciò che lo ha attirato della sceneggiatura fin da subito è stato il fatto che lo show è in qualche modo “eccentrico”:

Non sai mai quando sta per arrivare una battuta. Questo è quel che mi ha colpito quando l’ho letto. Le cose non sono quello che sembrano.

L’attore ha anche dichiarato di aver avuto un’ottima esperienza sul set, e di essere particolarmente intrigato dalle sfide della recitazione in tv, come quella di cambiare regista “ogni due o tre settimane”. Ma, per il resto, il cast e a crew e i due autori David Weil e Nikki Toscano erano sempre lì per supportare la squadra.

Per me, in un certo senso, è stato più semplice rispetto a certi film, perché non era solo la mia storia. Soprattutto, è la storia di Logan, ma anche del personaggio di Millie, è fantastico ciò che fa lei. Questa è la cosa in particolare a cui non ero abituato, nel realizzare un film di dieci ore.

Il progetto è prodotto da Jordan Peele (Us) e segue Meyer Offerman (Pacino), il co-fondatore di un gruppo di cacciatori di nazisti che vivevano nel 1977 a New York. Quando la nonna di Jonah Heidelbaum (Logan Lerman) viene uccisa, il giovane entra a far parte dell’organizzazione che ha scoperto la presenza di centinaia di gerarchi nazisti negli Stati Uniti, dove vogliono dare vita al Quarto Reich. I protagonisti intraprendono quindi una missione sanguinosa per assicurare i nazisti alla giustizia e fermare i loro progetti di genocidio.

Nel cast anche Jerrika Hinton, Josh Radnor, Carol Kane, Dylan Baker, Tiffany Boone e Lena Olin.

La serie arriverà il prossimo 21 febbraio.

CORRELATO A HUNTERS E AL PACINO

Fonte: Indiewire