Coronavirus: che impatto avrà sulle serie Arrowverse?

Vancouver, Canada. Che qualcosa sarebbe rapidamente cambiato andando ad impattare anche il mondo delle produzioni televisive americane a causa del COVID-19 si è cominciato ad intuirlo quando, qualche giorno fa, era il 12 marzo (quasi un’eternità in un tempo che sembra ormai scorrere in maniera diversa dal solito), è arrivato il pubblico annuncio che la produzione di Riverdale sarebbe stata sospesa fino a data da destinarsi a causa di un potenziale, ma non confermato contagio registrato tra i membri del team dello show, con una decisione che si è poi velocemente propagata anche a tutte le serie dell’Arrowverse.

CORRELATO – Riverdale: produzione bloccata dopo il contatto con un paziente positivo al Coronavirus

Per quanto concerne Supergirl – la cui quinta stagione attualmente in onda avrà solo 20 episodi, un taglio dovuto presumibilmente alla gravidanza della protagonista Melissa Benoist, – cast e troupe erano a soli tre/quattro giorni dalla conclusione delle riprese del finale di stagione quando la produzione è stata sospesa, anche in questo caso “a data da destinarsi“, una scelta annunciata poco dopo lo stop della produzione di Riverdale, con cui il cast di Supergirl condivide gli spazi degli Studios in cui sono girati.
Negli Stati Uniti, per il momento, sono stati mandati in onda 15 episodi dello show, con il 16° Alex in Wonderland, ed il 17° Deus Lex Machina programmati rispettivamente per il 22 ed il 29 marzo.
Tra le riprese e la messa in onda di un episodio di qualsiasi show dell’Arrowverse (e mediamente di qualsiasi serie televisiva di uno dei cinque network statunitensi), intercorre circa un mese, è pertanto difficile prevedere gli effetti di questo stop in una situazione ancora in divenire, soprattutto quando le attuali misure prese dai soggetti in questione, sono state decise da network e studios e non sono frutto di un decreto governativo, come quello che al momento ha messo in isolamento il posto paese. In quest’ottica, gli scenari possibili sono quindi molto difficili da prevedere, perché non sappiamo cosa accadrà quando e se il numero dei casi positivi al virus aumenterà e quali saranno, in quello scenario, i provvedimenti che prenderà il governo canadese.
Se, per ipotesi, le produzioni restassero chiuse per un mese, nel caso di Supergil, mancando così pochi giorni alla fine delle riprese del finale, si riuscirebbe sicuramente a concludere la stagione riorganizzando la messa in onda ed inserendo qui e là una settimana di hiatus tra un episodio messo in onda e l’altro per permettere allo show di concludersi, ipoteticamente, per metà/fine maggio.

In una situazione più stabile rispetto a Supergirl, sono invece Legends of Tomorrow e Black Lightning: il primo giunto alla sua 5^ stagione, che conta 18 episodi, ed il secondo alla 3^ che ne conta invece 16 ed il cui finale di stagione, intitolato The Book of War: Chapter Three: Liberation, è già andato in onda il 9 marzo. Legends of Tomorrow, per contro, ha concluso le riprese circa un mese e mezzo fa, motivo per cui questo stop non avrà alcun impatto sulla sua programmazione.

CORRELATO – Emergenza Coronavirus: bloccata la produzione di The Flash

Altro discorso è quello che bisogna fare invece per The Flash e Batwoman: entrambe le serie – alla 6^ stagione la prima ed alla 1^ Batwoman – dovrebbero infatti avere 22 episodi ciascuna e la produzione di entrambe è stata bloccata quando stavano girando il ventesimo episodio.
Per quanto concerne The Flash, per ora sappiamo per certo che il 17 marzo, negli Stati Uniti, andrà in onda il 15° episodio intitolato The Exorcism of Nash Wells ed il 31 marzo il 16° intitolato So Long and Goodnight, dopodiché la programmazione avrà a disposizione 3 episodi da mandare in onda, prima di non avere letteralmente più girato da mostrare. Ed anche in questo caso possiamo quindi fare solo delle speculazioni azzardate: se la produzione riprendesse da qui ad un mese, e cast e troupe tornassero sul set a metà aprile, si riuscirebbe ancora a salvare il salvabile con un leggero ritardo nella programmazione rispetto agli altri anni, ma se i provvedimenti cambiassero, allora diventerebbe più complicato recuperare il tempo perduto a causa di un lungo stop forzato.

In una condizione analoga a quella di The Flash, si trova quindi Batwoman che al momento prevede, il 22 marzo, la messa in onda del 16° episodio, intitolato Through the Looking-Glass, ed il 29 marzo quella del 17° episodio, A Narrow Escape. Anche il futuro della prima stagione della serie con protagonista Ruby Rose è incerto ed una possibilità da non escludere è che il cast di questo show, come quello di The Flash, torni a girare con significanti modifiche alla produzione, che potrebbe così chiudersi definitivamente per lo hiatus estivo con una sola settimana di lavoro sul set e 21 episodi per stagione al loro attivo, il che comporterebbe dei cambiamenti sostanziali ai copioni degli ultimi due episodi rispetto a come erano stati originariamente immaginati.

La situazione è comprensibilmente incerta e nel complesso è ancora recuperabile, con la peggiore delle ipotesi che vede uno stop delle produzioni molto più lungo di quanto si immagini ed una ripresa del lavoro, magari a maggio, che condurrebbe quindi a significativi ritardi nella messa in onda degli ultimi episodi delle rispettive stagioni. Ma dopotutto, chi meglio di noi, in questo momento, può comprendere quanto delicate ed imprevedibili siano le circostanze eccezionali a cui il mondo sta facendo fronte?

Ad essere condizionati da questo stop, non sono peraltro solo le serie attualmente in onda, ma anche i pilot o i potenziali tali della prossima stagione: Superman & Lois, per esempio, la cui produzione sarebbe dovuta partire il 23 marzo, è al momento sospeso come le altre serie dell’Arrowverse, mentre non si conosce ancora il destino dello spinoff di Arrow, Green Arrow and the Canaries, che – non essendo stato ufficialmente promosso a serie – non aveva nemmeno una data certa per l’inizio delle riprese.

CORRELATO A CORONAVIRUS: IMPATTO SULLE SERIE ARROWVERSE

Negli Stati Uniti, Supergirl e Batwoman vanno in onda ogni domenica, Black Lightning ogni lunedì e The Flash e Legends of Tomorrow ogni martedì, su The CW.