Riverdale, fin dall’inizio, ha proposto un gran numero di easter egg e citazioni legate alla cultura pop e al cinema di genere, in particolare l’horror.

Nel corso della quarta stagione – che viene trasmessa ogni mercoledì in prima serata su Premium Stories (canale 122 di Sky) – la serie regalerà un atteso episodio ambientato nel giorno di Halloween in cui le storie dei protagonisti saranno esplicitamente ispirate ai cult horror. Nell’attesa di scoprire cosa hanno pianificato gli sceneggiatori, scopriamo dieci momenti in cui la serie tratta dagli Archie Comics ha proposto delle citazioni davvero da brivido”

1) Una delle citazioni, e tra le più evidenti, è legata alla casa della famiglia Cooper che, come quella di Archie, è situata a Elm Street, strada famosa tra i cinefili grazie a Nightmare. Il team della produzione ha inoltre ricreato quasi alla perfezione gli esterni dell’abitazione di Nancy Thompson nei film degli anni ’80: la porta di Betty è persino rossa, come mostrata nei sequel del cult degli anni ’80.

2) Durante la prima stagione c’è posto per una sequenza ispirata a Crimson Preak, film diretto da Guillermo del Toro. Cheryl, interpretata da Madelaine Petsch, viene infatti mostrata dopo il funerale del fratello Jason mentre ha un incubo in cui dorme nel suo letto e lo incontra in versione zombie. L’attrice, nella sequenza, indossa un abito rosso e si muove per le stanze con un candelabro in mano, proprio come fa la protagonista del lungometraggio con Jessica Chastain.

3) Psyco viene citato più volte nella serie: nella seconda stagione Alice Cooper (Mädchen Amick) uccide un uomo tra le mura della sua casa e Jughead e sua figlia Betty devono liberarsi del cadavere facendo sparire la macchina che guidava la vittima nella palude. Il veicolo ha come targa NFB 418, proprio come quella di Marion Carne nel cult di Alfred Hitchcock. Nella terza stagione, inoltre, Cheryl decide di tenere con sé il cadavere di suo fratello Jason, un po’ come fa Norman Bates con quello della madre.

4) Shining, il capolavoro di Stanley Kubrick, viene brevemente citato introducendo il personaggio di Chic, affidato a Hart Denton, che finge di essere il fratello di Betty: il numero della stanza in cui alloggia è infatti 237, proprio come quella dell’inquietante alloggio presso l’Overlook Hotel.

5) Tra i tanti riferimenti al cinema horror inseriti nella serie non può nemmeno mancare quello a Rosemary’s Baby: Nonna Rose viene infatti avvelenata dalla sua stessa famiglia usando la “radice di Tannis”, pianta inventata dallo scrittore Ira Levin e mostrata anche nel film del 1968.

scream

6) Gli autori sono tornati indietro nel tempo, fino agli anni Venti, per ideare il nome del nuovo medico della famiglia: il Dottor Caligari. Come gli appassionati di cinema sapranno, nel film di Robert Wiene il personaggio è legato a morti sospette e direttore di un manicomio.

7) Nella puntata della terza stagione in cui si scopre il passato dei genitori dei protagonisti di Riverdale, FP Jones ha un braccio rotto. Il gesso mostrato nelle puntate riporta la scritta Loser (Perdente) con la S coperta da una V rossa, in modo da creare la parola Lover (Amante). Lo stesso dettaglio è presente nel film It in alcune scene con protagonista Eddie.

8) Nella terza stagione Skeet Ulrich ricrea, quasi alla perfezione, le scene che ha interpretato negli anni ’90 in Scream. Nella puntata intitolata Manhunter, infatti, il Gargoyle King entra nella casa di Alice e Betty che devono quindi fuggire al piano di sopra, lasciando i popcorn nel forno a microonde, venendo poi spaventate da qualcuno che entra dalla finestra, ovvero FP, proprio come aveva fotto Billy, personaggio interpretato da Skeet Ulrich, nel film horror.

9) Impossibile, poi, dimenticare l’episodio musicale ispirato a Carrie, il romanzo di Stephen King poi diventato un film diretto da Brian De Palma. Nel ruolo della protagonista c’è Cheryl il cui look ricrea alla perfezione quello della scena del ballo della scuola.

10) I protagonisti della serie compiono molte citazioni legate alla cultura pop e in particolare Jughead sembra conoscere davvero bene il mondo del cinema horror: nella seconda stagione il personaggio interpretato da Cole Sprouse dichiara che “Riverdale è diventata la città che aveva paura”, riferimento al film slasher del 1976. Nello stesso episodio, inoltre, l’aspirante scrittore compie una lista di famosi serial killer che comprendono proprio il Fantasma di Texarkana, al centro del lungometraggio diretto da Charles B. Pierce, oltre ad altri iconici villain del cinema horror come Jason, Michael e Freddy Krueger.

Trovate tutte le notizie e gli approfondimenti sulla quarta stagione di Riverdale, in onda ogni mercoledì sera su Premium Stories (canale 122 di Sky), nel nostro speciale.