Con un colpo di scena, nel finale della 1^ stagione di Batwoman, Alice lancia la sua vendetta, che passa attraverso il volto di Bruce Wayne.

Per una serie per la quale saremmo stati disposti a scommettere che non avrebbe mai nemmeno mostrato il volto del personaggio di Bruce Wayne nell’Arrowverse, Batwoman non sta solo ampiamente dimostrando quante frecce abbia al suo arco, ma – introducendo la sua seconda versione dell’iconico personaggio nell’Arrowverse – continua a rivelarsi tra gli show più coraggiosi dell’universo Berlantiano.

Usando il suo acquisito talento per creare letteralmente volti nuovi per rimpiazzare quello sfigurato del fratellastro Mouse, Alice (Rachel Skarsten) risolve il problema di Tommy Elliot, alias Hush, che voleva riavere il suo aspetto e quello di recuperare la Kryptonite nelle mani di Kate (l’unico elemento in grado di attraversare la corazza di Batwoman ed ucciderla), creando il perfetto infiltrato. Quando Tommy si sveglia infatti da un improvvisato intervento alla fine dell’episodio, si ritrova a sua insaputa con il volto del suo migliore amico Bruce Wayne, che Alice gli ha impiantato per fare in modo che si introduca sotto mentite spoglie nel Team Batwoman e le sottragga la pietra con la quale può finalmente vendicarsi della sua famiglia.

Il fatto che il personaggio che vediamo nella serie non sia effettivamente il vero Batman, è in un certo senso superfluo, perché la sorpresa resta come gli autori siano riusciti a trovare indiscutibilmente un modo del tutto inatteso per mostrare la loro versione del vero volto di Bruce Wayne, senza necessariamente introdurre nella trama il vero personaggio.

Il complicato ruolo è stato affidato a Warren Christie (Alphas) e, con la scelta di questo attore e non di un nome, per così dire, più “anonimo“, si può forse ipotizzare che la produzione non intenda sprecare la sua presenza in una breve storyline, che – in circostanze normali – si sarebbe magari esaurita nei pochi episodi che sarebbero mancati alla conclusione della prima stagione, se il coronavirus non ci avesse messo lo zampino.

Parlando di precedenti, gli autori adottarono un escamotage molto simile nella prima stagione di Supergirl, nominando Superman, senza mostrarne il volto ed introducendo poi nella 2^ stagione Tyler Hoechlin nel ruolo dell’Uomo d’Acciaio che, solo qualche anno dopo, è sul punto di avere la sua personale serie, pronta ad entrare nelle fila di quelle dedicate agli eroi della DC Comics.

Considerato poi come sia già stato annunciato che il crossover del prossimo anno, a causa dello slittamento dell’inizio delle stagioni delle serie dell’Arrowverse a gennaio 2021, riguarderà solo BatwomanSuperman & Lois, potrebbe non essere impossibile ipotizzare che sia intenzione degli autori mostrare il Cavaliere Oscuro e l’Uomo d’Acciaio unirsi a Batwoman in un’inaspettata avventura.

CORRELATO A BATWOMAN

Come annunciato durante gli Uprfont dal presidente di The CW, Mark Pedowitz, Batwoman tornerà in onda negli Stati Uniti con la seconda stagione, nel suo originale timeslot della domenica, a partire da gennaio 2021.