Dead To Me ha proposto agli utenti di Netflix le puntate della seconda stagione e i fan sono stati lasciati in sospeso con un finale apparentemente aperto.
Attenzione, non proseguite con la lettura se non volete anticipazioni!
Negli ultimi minuti si è infatti mostrato Ben (James Marsden) che, ubriaco, investiva con il proprio camion la macchina su cui viaggiavano Jen, che è sicuramente rimasta in vita, e Judy (Christina Applegate e Linda Cardellini).
La showrunner Liz Feldman ha ora svelato che inizialmente l’epilogo della storia doveva essere molto diverso, lasciando maggiormente in sospeso il destino delle protagoniste.

A TVLine la sceneggiatrice ha dichiarato di aver preferito modificare il racconto:

Ho preso la decisione con molta attenzione. Nello script iniziale non si sapeva se sopravviveva oppure no. Inizialmente volevamo proporre la versione maggiormente drammatica della scena. E poi quando abbiamo girato la versione in cui Jen non si riprende, sembrava incredibilmente drammatica e al tempo stesso piuttosto dark. Quindi nel giorno delle riprese ho reagito velocemente dicendo: ‘Sapete cosa? Giriamo velocemente una scena in cui si aprono i suoi occhi, si sveglia e dice qualcosa’. Quindi l’abbiamo aggiunta e sono realmente felice che l’abbiamo fatto perché è molto più soddisfacente. Sono sempre stata interessata al lasciare le persone con un elemento divertente.

Liz ha inoltre aggiunto:

So che gli spettatori sanno che non avremmo ucciso Christina Applegate alla fine della seconda stagione. Ritengo che sarebbe stato quasi un insulto nei confronti degli spettatori.

Tra gli autori si era parlato della possibilità di uccidere qualcuno e la showrunner ha sottolineato:

Alla fine è una serie che parla del dolore, e delle conseguenze dopo una morte. La morte è incredibilmente presente. Abbiamo iniziato la stagione con alcuni episodi in cui devono avere a che fare con un cadavere, quindi sentivamo di aver dato abbastanza spazio alla morte per rendere autentico il titolo. E inoltre sarebbe stato piuttosto prevedibile mostrare un’altra morte alla fine della stagione.

Nella terza stagione si potrebbe quindi vedere Ben che mantiene il segreto di quanto accaduto, visto che le due donne non hanno visto il guidatore, mostrando inoltre come il personaggio non sia perfetto.
Il caso dell’omicidio di Steve, inoltre, non è ancora chiuso.

L’ambiguità relativa all’eventuale fine della relazione tra Judy e Michelle (Natalie Morales) è stata inoltre intenzionale perché si tratta di una storia d’amore nelle sue prime fasi che deve affrontare la reazione a un evento traumatico.
Feldman ha poi spiegato:

Non sono certa del rinnovo perché lavoro in questo settore da troppo a lungo. Accadono sempre cose folli. Siamo nel mezzo di una pandemia. Ho una speranza ragionevole e sono ottimista. Amo raccontare la storia di Jen e Judy. Sto incrociando le dita e tutto il resto.

I responsabili di Netflix hanno inoltre apprezzato il finale e non hanno mai suggerito di concludere la storia. Liz ha concluso:

Spero che avremo il rinnovo per una prossima stagione. Inoltre non volevo terminare la storia e dare un motivo forse per concludere a questo punto lo show.

Che ne pensate delle dichiarazioni della showrunner relativi a una potenziale terza stagione di Dead to Me? Lasciate un commento!

Fonte: TVLine