Quando Superman & Lois debutterà  a gennaio del 2021 su The CW, gli autori avranno un problema non trascurabile da affrontare: risolvere la questione di come nell’Arrowverse sia stata più volte stabilita la netta superiorità di Supergirl sul cugino. Tyler Hoechlin, il cui ingresso nei panni di Clark Kent, alias Superman, nell’universo televisivo Berlantiano è stato annunciato durante il San Diego Comic-Con del 2016, è stato già più volte ospite della serie dedicata alla cugina in diverse occasioni.

La sua prima apparizione risale alla première della 2^ stagione, nell’episodio Le avventure di Supergirl ed in quello successivo, Gli ultimi figli di Krypton. Mentre nel primo caso gli autori si sono limitati a presentare Kal-El come una figura quasi paterna per Kara, a causa della sua maggiore esperienza sulla Terra, già dal secondo episodio gli equilibri tra i due hanno cominciato ad avere dei confini più sottili, con i cugini che, impegnati ad affrontare Cadmus ed il potente Metallo, hanno dimostrato di avere stili di combattimento simili, ma anche una diversa resistenza agli attacchi che subivano e con Clark che – per la fine di questi episodi – dirà a Kara come invidi la sua conoscenza di Krypton e ami sentirle raccontare storie sul loro pianeta ormai distrutto, un elemento che nei fumetti costituisce un’importante e decisiva differenza tra i due.

Per la fine della 2^ stagione, negli episodi Resistenza e Tuttavia lei ha persistito, le differenze tra i due si fanno ancora più evidenti. Vittima della kryptonite d’argento, la mente di Superman viene manipolata da Rhea (Teri Hatcher), regina di Daxam e madre di Mon-El (Chris Wood), che lo usa per scatenarlo contro Supergirl in uno scontro divenuto ormai ben noto ed in cui Kara sconfigge senza mezzi termini Clark, il quale – in seguito – ammetterà anche a chiare lettere che la kryptonite lo aveva fatto cadere preda di allucinazioni, ma non aveva diminuito la sua forza, il che significa che la cugina lo aveva battuto nel pieno delle sue forze. Come se stabilire la netta superiorità fisica di Supergirl su Superman non fosse stato sufficiente, Clark le concede anche una sorta di vittoria morale, ammettendo con lei che, posto nella sua stessa condizione, non avrebbe avuto il coraggio di rinunciare alla persona che amava per il bene della Terra, così come lei aveva rinunciato a Mon-El. Nei crossover di Elseworlds e Crisi sulle terre infinite, inoltre, si perde il conto delle volte in cui il cugino dice a Kara di essere più forte di lui, tanto da decidere di appendere al chiodo il proprio mantello per un certo periodo, sicuro che il pianeta ed i suoi abitanti siano al sicuro con lei, perché il “mondo non ha bisogno di Superman, se ha già Supergirl“.

Tyler Hoechlin al panel del San Diego Comic-Con di Supergirl (2016)

Dal punto di vista narrativo, in sostanza, è evidente come gli autori di Supergirl abbiano cercato di aggirare il rischio di introdurre nella serie un personaggio conosciuto e più amato dalle masse come Superman, mettendolo letteralmente al servizio della cugina e stabilendo una superiorità fisica e morale di quest’ultima che giustificasse in qualche modo la centralità del personaggio di Supergirl rispetto a quello di Kal-El. A pochi mesi dal debutto di una serie dedicata a Superman, però, questa scelta potrebbe in qualche modo rivelarsi un’arma a doppio taglio per gli autori di Superman & Lois, che si troveranno ora nella necessità di ristabilire gli equilibri di forza tra questi due personaggi.

Mettere a confronto i due supereroi provenienti da Krypton non è in realtà una novità, ma è un’annosa questione più volte affrontata anche nei fumetti, sebbene in maniera forse più sottile e meno risolutiva di quanto non sia stato fatto nella serie televisiva. Sulla carta stampata Supergirl è stata creata da Otto Binder, con i disegni dell’artista Al Plastino, ed ha fatto il suo debutto nel numero 252 di Action Comics (1959) e da quel momento in poi le occasioni in cui i due cugini sono stati messi l’uno contro l’altro non sono mancate.

Per fare alcuni esempi, in Crisi sulle terre infinite (1985) è Supergirl e non Superman a sconfiggere Anti-Monitor in una coraggiosa azione che le costerà la vita, come in Elseworld’s Finest: Supergirl & Batgirl (1998) viene raccontata la storia di un mondo in cui Lex Luthor regna sovrano dopo aver ucciso un Superman ancora bambino ed in cui Supergirl unisce le forze con Batgirl per sconfiggerlo dopo essersi liberata senza troppi problemi anche di Joker con un solo pugno.
Nella serie animata Superman/Batman: Apocalypse (2010), Kara è appena arrivata sulla Terra e non ha idea di come controllare il suo potere e quando finisce per scontrarsi con Superman, quest’ultimo riesce a malapena a contenere la furia distruttiva della cugina, la cui mente è stata manipolata da Darkseid.
Nei Nuovi 52 (2014), Supergirl scopre di poter dominare il potere dell’anello rosso che, traendo forza dalla sua rabbia, la trasforma nella Red Daughter, la cui potenza distruttiva si dimostra superiore a quella di Superman.
In Supergirl: Breaking The Chain (2016), per un avvelenamento da kryptonite, Supergirl soffre di allucinazioni e le vengono impiantati dei nuovi ricordi, a causa dei quali pensa che la sua missione sia uccidere Superman ed in una di queste, la si vede torreggiare macabramente sul corpo insanguinato del cugino.

Più in generale, nei fumetti, Kara è considerata potenzialmente più forte di Clark perché, essendo scampata alla distruzione di Krypton quando era già adolescente, ha potuto imparare a combattere sul suo pianeta ed è stata addestrata a gestire la sua forza superiore in atmosfere come quelle del nostro pianeta. L’astronave con cui è arrivata sulla Terra, inoltre, aveva una strumentazione in grado di assorbire lentamente le radiazioni del sole, cosa che l’avrebbe resa più forte del cugino, per il quale le radiazioni solari possono risultare invece persino mortali.
Come membro della Justice League, poi, dopo essersi allenata a lungo al fianco di Batman, anche quest’ultimo arriva alla conclusione che Supergirl sia più forte di Superman perché in grado di assorbire l’energia solare in maniera più efficace del cugino, a causa del fatto che ha avuto più tempo per sviluppare la sua forza su Krypton.
Messa a confronto con altri supereroi, inoltre, in The World’s Finest, Kara dimostra anche di riuscire a tenere il passo con un The Flash al massimo della sua velocità e nei Nuovi 52, in una gara tra i due, la ragazza d’acciaio va esattamente alla stessa velocità di Barry, cosa che Superman non riuscirà mai a fare. Per contro, quest’ultimo ha una serie di poteri che mancano invece alla cugina, in un perfetto equilibrio che tende volutamente (e saggiamente) a lasciare aperta l’annosa questione su chi dei due sia superiore all’altro. Una delle differenze più nette tra i due, a cui nella serie si è fatto solo brevemente cenno, resta tuttavia che – diversamente dalla Kara di The CW – la Supergirl dei fumetti è sempre stata considerata un personaggio un po’ borderline, con minori restrizioni morali rispetto a Clark, cresciuto sulla Terra e che tende quindi a usare la propria forza in maniera più conservativa, proprio perché ne comprende pianamente il potere distruttivo, una sorta di limitazione che invece la Kara cresciuta su Krypton non riesce ad imporsi in maniera innata.

Partendo quindi dal presupposto che l’Arrowverse ha già risposto senza mezzi termini alla domanda su chi tra i due sia il più forte, gli autori di Superman & Lois e Supergirl dovranno faticare non poco a ricreare un credibile equilibrio tra i due eroi o, in alternativa, dovranno fingere di non aver nemmeno mai affrontato la spinosa questione e tornare a ricalcare le posizioni più ambigue dei fumetti.

CORRELATO A SUPERMAN & LOIS

Come recentemente annunciato dal presidente di The CW, Mark Pedowitz, la prima stagione di Superman & Lois andrà in onda negli Stati Uniti ogni martedì, a partire da gennaio 2021 mentre il debutto per la 6^ stagione di Supergirl è rimandato alla primavera del 2021.

Potete commentare qui sotto o sul forum