A causa dell’emergenza Coronavirus e dello stop alle produzioni, le stagioni di alcune serie tv sono state interrotte prima della loro fine “naturale”, mentre altre hanno subito dei ritardi: nel caso di Star Trek: Discovery, l’attore Wilson Cruz ha confermato due settimane fa che il lancio su CBS All Access della terza stagione è slittato. Le riprese dei nuovi episodi sono terminate a febbraio 2020, appena prima dello stop alle produzioni, e ora lo stesso Cruz (che interpreta Hugh Culber) ha aggiornato i fan spiegando che la troupe riesce a lavorare alla post-produzione anche durante il lockdown, nonostante le evidenti difficoltà:

Fidatevi: nessuno esiterà nell’annunciare una data di lancio non appena possibile. Stanno lavorando sodo alla post-produzione mentre parliamo. Pazientate!

Alla conversazione si è unito il montatore Scott Gamzon, che ha voluto rassicurare i fan:

Post-produzione, suono, effetti visivi e montaggio sono tutti al lavoro in remoto, da casa. Ci vorrà più tempo, e stiamo affrontando delle sfide, ma il risultato sarà valso l’attesa!

La prima stagione della serie è uscita a settembre del 2017, la seconda a gennaio 2019. L’idea era che la terza stagione debuttasse a maggio 2020, ma probabilmente arà necessario aspettare qualche mese in più (nonostante vi sia un episodio in meno da lavorare).

Vi terremo aggiornati!

Come annunciato al Comic-Con di San Diego, la terza stagione di Star Trek: Discovery farà un salto in avanti nel futuro di ben 930 anni – qualcosa di mai visto prima nella serie. In occasione del New York Comic Con, è stato svelato il trailer dei nuovi episodi, nei quali seguiremo le vicende dell’equipaggio della Discovery che ora si trova lontanissimo da casa… nello spazio e nel tempo, con nessuna possibilità di tornare indietro.

Correlato con Star Trek: Discovery 3