Batwoman: le prime dichiarazioni ufficiali sul futuro di Kate Kane

Come è noto, Ruby Rose, interprete del personaggio di Kate Kane, alias Batwoman, ha annunciato qualche tempo fa la volontà di lasciare l’omonima serie di The CW per ragioni che non sono del tutto state chiarite e rese pubbliche, ma in una separazione che è da ritenersi consensuale. Dopo le contrastanti reazioni che sono seguite a questo annuncio, la showrunner Caroline Dries ha reso nota la scelta della produzione di non sostituire la protagonista della serie, come aveva pensato di fare inizialmente, con un espediente che lei stessa ha definito “soap-operistico“, ma di creare da zero un nuovo personaggio. Questa decisione sarebbe arrivata dopo aver discusso della cosa con Greg Berlanti, che avrebbe aiutato la Dries a prendere la decisione di fare un mini reboot dello show, scegliendo una nuova protagonista, nota per ora con il nome fittizio di Ryan Wilder, che è stata ufficialmente descritta dall’ufficio casting dello show come “piacevole, buffa, con grandi abilità di lottatrice, ma anche molto indisciplinata“.

La scelta, comprensibilmente, ha lasciato confuso il pubblico della serie, che non riesce a comprendere come un nuovo personaggio, senza un reale passaggio di testimone, possa adattarsi ad una seconda stagione di uno show così prepotentemente legato, in termini di trame, alla famiglia di Kate Kane. Dai piani di Alice (Rachel Skarsten), che ha dato a Tommy Elliot il volto di Bruce Wayne (Warren Christie), per usarlo come cavallo di Troia da infiltrare nel Team Batwoman, alla guerra aperta ormai scoppiata tra Jacob Kane e sua figlia, è infatti innegabile che le principali storyline della serie siano legate, così come avrebbe dovuto essere, alla sua protagonista, il che ha scatenato tutta una serie di rumor, mai davvero confermati, secondo cui lo show sarebbe ripartito annunciando la morte di Kate, a telecamere spente, per poter così introdurre la nuova protagonista.

Ed è proprio a questo punto che, come riportato da TVLine, Caroline Dries ha deciso di intervenire, chiarendo che “il personaggio di Kate Kane non sarà ucciso per rimediare all’improvvisa decisione di Ruby Rose di lasciare la serie“. La showrunner ha poi rilasciato una successiva dichiarazione via Twitter elaborando ulteriormente la sua breve, precedente dichiarazione:

Come lesbica che lavora come autrice da 15 anni” ha proseguito la showrunner, “sono ben cosciente dell’abuso dello stereotipo, usato anche in televisione, di fare di personaggi dichiaratamente gay solo delle vittime, che finiscono per morire o andare incontro ad un destino infelice e non vogliono assolutamente contribuirvi. Ecco perché è importante per me, come showrunner, mettere un freno alle incorrette notizie che circolano sul recasting di Batwoman. Come voi, amo Kate Kane – è la ragione per cui ho voluto fare questo show. Non la cancelleremo mai. Per essere precisi, la sua scomparsa diventerà uno dei misteri della 2^ stagione. Non voglio dire troppo su quello che abbiamo in serbo, ma a tutti i nostri devoti fan, per favore, sappiate che rendere giustizia alla comunità LGBTQ+ è il fondamento su cui Batwoman è costruita e non abbiamo alcuna intenzione di abbandonarla“.

La decisione di ripartire in un certo senso da zero, senza tuttavia disconoscere ciò che è stato fatto fino ad ora nella 1^ stagione, è – sempre secondo la showrunner – fondamentale per il rispetto dei fan, ai quali non verrà quindi chiesto di accettare come se nulla fosse che la protagonista della serie si ripresenti nella seconda stagione con un nuovo volto, senza dare una spiegazione logica alla cosa. Ryan Wilder, inoltre, sarà un personaggio tutto nuovo, “che nel passato ha subito l’influenza di Batwoman, motivo per cui ha deciso di raccoglierne l’eredità,” aggiungendo che una ragazza di vent’anni che vive in un camper “potrebbe però non essere la persona giusta per il ruolo, il che rende il tutto più divertente“.

Un recente video caricato su Vimeo, che siamo riusciti a vedere prima che venisse cancellato, ha fornito inoltre qualche dettaglio in più sulla Batwoman 2.0. Nel provino si vedeva infatti l’attrice Jemma Hendricks recitare un estratto di un copione della 2^ stagione della serie.

Nel video, Ryan Wilder che – lo ricordiamo – non esiste nei fumetti ed è da considerare un nome fittizio per il personaggio, a meno di una conferma ufficiale, veniva rintracciata con indosso il costume di Batwoman grazie ad un GPS nascosto e, interpellata da una voce fuori camera di un membro del Team Batwoman (presumibilmente Luke Fox), che le chiedeva di restituirlo. La ragazza rispondeva di conoscere l’identità segreta di Kate come supereroe per aver visto tutto quello che era successo e aver fatto due più due.

La voce fuori campo aggiungeva: “Kate era nostra amica e non permetteremo che qualcuno annulli tutto il bene che ha fatto per questa città riscrivendo la sua eredità“. Ryan Wilder: “Non la sto riscrivendo, la sto portando a termine“.
Il personaggio poi rivelava che la decisione di diventare Batwoman nasceva dal suo piano di affrontare lo Spaventapasseri dopo che quest’ultimo aveva ucciso sua madre.

CORRELATO A BATWOMAN KATE KANE

Come recentemente annunciato dal presidente di The CW, Mark Pedowitz, la seconda stagione di Batwoman andrà in onda negli Stati Uniti, nel suo originale timeslot della domenica, a partire da gennaio 2021.

Potete commentare qui sotto o sul forum