Arrowverse: esiste ancora un multiverso post-Crisi?

Come è noto, Crisi sulle Terre Infinite – il crossover andato in onda negli Stati Uniti a cavallo tra dicembre 2019 e gennaio 2020 e trasmesso in Italia il mese scorso – è iniziato con la minaccia di un’onda di antimateria che si propaga per tutto il multiverso, distruggendo ogni forma di vita che incontra e con gli eroi dell’Arrowverse, radunati da The Monitor, a rappresentare l’ultimo baluardo tra la cancellazione di ogni forma di vita conosciuta e la salvezza.

Quando, nella seconda parte del crossover, tutto sembrava ormai perduto ed ogni Terra conosciuta era stata ormai inghiottita dall’onda di antimateria, nonostante l’eroico sacrificio di Oliver Queen (Stephen Amell), Pariah riesce miracolosamente a portare in salvo i 7 campioni il cui ruolo è quello di salvare il multiverso: The Flash campione dell’amore, Supergirl di speranza, Batwoman di coraggio, Superman di Terra-96 di verità, Sara del destino, Ryan Choi di umanità e J’onn dell’onore. Bloccati nel Vanishing Point ed impossibilitati a trovare una via di fuga, i campioni verranno salvati da Green Arrow, che nel frattempo è tornato in vita nella forma dello Spettro, un essere superiore che diventerà la guida dei suoi vecchi compagni contro l’Anti-Monitor, nonché colui al quale si dovrà la salvezza del multiverso. Nella battaglia finale, infatti, Oliver/Lo Spettro darà ancora una volta la vita (questa volta in maniera definitiva), per ricreare il multiverso, riscrivendolo. Con la ripresa del normale corso delle stagioni dei diversi show Berlantiani, si è però creata una certa confusione circa lo stato del multiverso televisivo e questo nonostante il fatto che, nell’ultimo episodio del crossover, vengono stabiliti alcuni fatti.

Il Multiverso post-Crisi

Tutti gli eroi dell’Arrowverse, scongiurata la crisi, si ritrovano sotto il cielo di un unico pianeta che viene ribattezzato Terra-Prime e creano la loro Justice League. Tra di essi, fanno però eccezione Stargirl, che si trova su Terra-2, il Superman di Kingdom Come (Brandon Routh), che resta su Terra-96, i protagonisti di Titans, che continua ad essere ambientato su Terra-9, Swamp Thing su Terra-19 e Doom Patrol su Terra-21, cambiando quindi le iniziali premesse della serie. All’origine, infatti, gli eroi di Doom Patrol erano stati presentati all’interno di Titans, con cui quindi condividevano il pianeta, mentre in seguito alla crisi vengono ufficialmente separati. Alla fine della crisi viene anche mostrato un breve estratto tratto dal film di Lanterna Verde del 2011, con protagonista Ryan Reynolds, stabilendo così che questo eroe si trova invece su Terra-12 e anticipando, senza rivelare ovviamente il volto di un protagonista che ancora non è stato scelto, la futura messa in onda dello show a lui dedicato, che sarà sempre prodotto da Greg Berlanti, ma trasmesso sulla nuova piattaforma streaming HBO Max.

Da dove nasce la confusione?

La confusione circa lo status quo del Multiverso nasce dal fatto che, nonostante gli spettatori sappiano che Oliver Queen lo ha ricreato – riportando peraltro in vita sua madre Moira Queen, Quentin Lance, Emiko Queen e Tommy Merlyn (come viene reso noto nel finale di stagione di Arrow) – il resto degli eroi dell’Arrowverse sono completamente all’oscuro della cosa e lo spinoso argomento non è stato di fatto approfondito da nessuna delle serie in onda su The CW dopo il crossover, forse, in parte, anche a causa del sopraggiungere della pandemia che, come sappiamo, ha sconvolto i piani di tutte le produzioni televisive, costringendole ad uno stop improvviso che ha impedito che gli show fossero conclusi nella maniera originariamente prevista.
A conferma dell’evidente confusione creatasi tra gli spettatori di queste serie, Marc Guggenheim, rispondendo ad un fan che lamentava una mancanza di comunicazione tra gli autori, per il fatto che in un promo di un episodio di The Flash post-crisi, veniva detto che il multiverso era stato distrutto, si è sentito in dovere di chiarire una volta per tutte con uno scherzoso tweet che:
Gli eroi di Terra-Prime non sanno che esiste ancora un multiverso. Shh. Non diteglielo“.

Cosa è stato delle altre Terre?

Stabilito che il Multiverso esiste ancora, in molti si sono domandati cosa sia stato invece di alcuni degli eroi delle Terre che non sono state mostrate alla fine del crossover e che sono deceduti a causa della distruttiva onda di antimateria ed anche in questo caso, per rispondere alla curiosità dei fan, è intervenuto il produttore esecutivo Marc Guggenheim che, per quanto concerne per esempio il Clark Kent di Tom Welling e la Lois Lane di Erica Durance, entrambi apparsi brevemente nel crossover, ha confermato, in un’intervista su TVLine, che i due erano ancora vivi, così come il Lex Luthor di quell’universo, cosa che sarebbe stata apparentemente dovuta essere confermata da una scena tra i protagonisti di Smallville e Michael Rosenbaum, se quest’ultimo avesse accettato di comparire nel crossover.

CORRELATO A ARROWVERSE

Come annunciato dal presidente di The CW, Mark Pedowitz, le nuove stagioni delle serie dell’Arrowverse, a causa della pandemia, debutteranno negli Stati Uniti a gennaio 2021, ad eccezione di Supergirl e Legends of Tomorrow che subiranno invece un ulteriore ritardo e saranno mandate in onda nella primavera del 2021, presumibilmente a maggio.

Potete commentare qui sotto o sul forum