Luke Evans, interprete di Gaston nel lungometraggio La bella e la bestia, sarà protagonista di uno spin-off televisivo sul personaggio. L’attore, che riprenderà il ruolo nella serie Disney+ insieme a Josh Gad, che interpreta Le Tont, ha aggiornato sullo stato del progetto. Luke Evans ha ricordato innanzitutto come è nata l’idea:

Ricordo che Josh ed io, anche quando stavamo lavorando su La bella e la bestia, ci trovavamo molto bene insieme. Ridevamo, rispettavamo l’uno il talento dell’altro e ci divertivamo. Anche allora, stavamo parlando di cosa potevamo fare e volevamo trovare un altro progetto. (…)

In un angolino della nostra mente, abbiamo sempre sicuramente pensato di rivisitare Gaston e Le Tont in una storia diversa. (…) Josh, in particolare, ha avuto un’idea incredibile che, una volta nata, è volata da sola. E quando abbiamo presentato l’idea a Disney+, ne sono rimasti molto entusiasti.

Ora siamo in pieno sviluppo. Il secondo e il terzo episodio sono stati scritti e abbiamo ascoltato parte della musica di Alan Menken. Siamo così onorati di averlo a bordo per scrivere la musica, che è straordinaria. Siamo così fortunati ad avere tutto questo talentuoso gruppo di persone a creare una storia su due personaggi molto amati e odiati, ma questo fa parte dell’emozione.

Si tratterà di una miniserie in sei episodi con un taglio musicale. Il progetto sarà ambientato molto prima degli eventi del film e contribuirà ad espandere l’universo del film.

A produrre la serie Edward Kitsis ed Adam Horowitz, creatori e produttori della celebre serie tv C’era una volta – Once Upon a Time sulla ABC (dove peraltro venne citata La Bella e la Bestia, con Robert Carlyle come Bestia ed Emilie de Ravin come Belle). Gad ed Evans produrranno a livello esecutivo insieme a loro. Le sceneggiature saranno curate da Gad, Kitsis e Horowitz: i tre elaborarono l’idea per questa serie mentre lavoravano alla comedy Muppets Live Another Day, che doveva essere prodotta da Disney+ ma non è mai partita.

Uscito nel 2017, il film di Bill Condon ha incassato 1 miliardo di dollari in tutto il mondo.

Fonte: Collider