Liberamente ispirata al libro di Brian Stelter Top of the Morning: Inside the Cutthroat World of Morning TV, la serie televisiva The Morning Show si è rivelata essere un grande successo per il servizio streaming Apple TV+, grazie anche a un cast stellare composto da Jennifer Aniston, Reese Witherspoon e Steve Carell.

Nella sua prima stagione, lo show ha descritto nel dettaglio le conseguenze di uno scandalo di cattiva condotta sessuale. Infatti, il telegiornale del mattino più seguito in America entra in crisi quando diventa la “notizia”. Dopo che il suo co-conduttore e partner per 15 anni, Mitch Kessler, viene licenziato a causa di uno scandalo per cattiva condotta sessuale, Alex Levy lotta per mantenere il suo lavoro come migliore giornalista. Subito dopo entrerà in competizione con la stella nascente Bradley Jackson. 

Anche se la serie si adatta perfettamente all’era del #MeToo, The Morning Show aveva ricevuto il via libera due anni prima del suo debutto, suggerendo quindi una sorta di prescienza dietro il progetto. Parlando all’evento virtuale Contenders Television condotto da Deadline, tuttavia, il produttore esecutivo Michael Ellenberg ha detto che si è trattato più di una fortunata coincidenza. “È stato il destino”, ha spiegato. “È stata probabilmente una lezione per tutti noi: se pensi che qualcosa sia davvero interessante e coinvolgente, ci sono buone possibilità che lo sia anche per gli spettatori”

Fatta eccezione per le politiche sessuali sul posto di lavoro, Ellenberg ha svelato di essere stato anche molto attratto dal mondo della televisione mattutina. “Non avrei mai pensato quando ero bambino che gli show mattutini sarebbero stati così rilevanti e importanti ancora oggi [come lo sono]”, ha detto. “Che cosa ha reso questi show sostenibili nel tempo, lo strano mix tra chiacchiere mattutine leggere e notizie più serie e impegnate? Dal punto di vista culturale, questo è davvero interessante: è l’unico programma che tutti possono guardare a priori dello schieramento politico, è un posto che unisce tutti. ”

Sempre durante questa conversazione con Deadline, è stato affrontato un argomento molto delicato. È stato infatti chiesto alla showrunner Kerry Ehrin in che modo avesse elaborato le complessità dietro alle modalità in cui il mondo dello spettacolo si occupa di casi di molestie sessuali.

“Oh, semplicemente vivendoci dentro”, ha detto. “Voglio dire, sono nel settore da molto tempo e… C’è un comportamento a Hollywood che è stato dato per scontato da sempre. Da sempre. Era una cosa che tutti avevano semplicemente accettato, il che è davvero orribile se si guarda indietro. Ma una luce si è accesa. [Ora] è un ambiente diverso, e davvero, onestamente, credo sia stato possibile grazie all’istruzione. Tutto questo proviene da persone istruite. È stato un grande cambiamento.”

Leggi anche: Anche The Morning Show è stato sospeso a causa del Coronavirus

Potete guardare l’intervista completa cliccando qui.