Diego Luna, protagonista della futura serie spin-off di Rogue One dedicata a Cassian Andor, ha parlato dei ritardi che hanno interessato lo show. Come moltissime altre produzioni, anche quella della serie di Star Wars in arrivo su Disney+ è stata condizionata dall’emergenza sanitaria, e l’attore ha spiegato in che modo la pandemia ha cambiato le sue priorità.

Le riprese stanno iniziando in tutto il mondo, molto lentamente, torneremo alla situazione precedente, ma non c’è fretta. Per me, ciò che questa pandemia ha portato alla mia attenzione è che ci sono delle priorità. Dobbiamo essere cauti, e dobbiamo essere saggi su quando e come tornare indietro. E il come è la cosa più importante, perché se noi torneremo a essere quello che eravamo, avremo sprecato la nostra opportunità, abbiamo sprecato un’importante opportunità di ripensare e reinventare gran parte delle cose che ritenevamo cruciali ed essenziali e che chiaramente non lo sono.

La nuova serie sarà scritta da Tony Gilroy, già co-autore dello script di Rogue One, che sarà impegnato anche come regista di alcuni episodi e collaboratore dello showrunner Stephen Schiff.

Al centro della trama ci sarà Cassian Andor, di cui si racconterà la storia prima degli eventi mostrati nel film Rogue One, all’inizio della Ribellione contro l’Impero. Il progetto è stato descritto come uno spy thriller. L’attore Diego Luna riprenderà il ruolo di Andor e Alan Tudyk quello del droide K-2SO. Entrambi gli attori hanno fatto parte del cast di Rogue One accanto a Felicity Jones, film in cui si raccontava la storia del tentativo dei Ribelli di entrare in possesso dei piani di costruzione della Morte Nera. Il lungometraggio si concludeva con un collegamento a Guerre Stellari.

Adria Arjona (Good Omens) è entrata nel cast della serie. Ci saranno anche Stellan Skarsgard Kyle Soller.

Fonte: Guardian