Cursed, la serie Netflix con star Katherine Langford tratta dal romanzo di Frank Miller e Tom Wheeler, ha proposto una versione alternativa della storia di personaggi iconici come Artù e la Dama del Lago.

Il sito Thrillist ha ora condiviso un’utile guida che sottolinea i cambiamenti e il legame con la mitologia classica.

Nimue, interpretata da Katherine Langford, nella serie entra in possesso della spada del potere prima di Artù e, a differenza della leggenda, è un personaggio principale. Nella mitologia la Dama del Lago è una misteriosa figura che ha l’incarico di decidere chi potrà usare Excalibur e ha degli incredibili poteri. Quando re Artù viene ferito e sta per morire consegna la spada a uno dei cavalieri della Tavola Rotonda e gli affida l’incarico di gettarlo nel lago dove la Dama la afferra e la porta sotto l’acqua. Nell’opera di Sir Thomas Malory Nimue intrappola Merlino sotto una roccia dopo che si innamora di lei e inizia a tormentarla, diventando così la consulente del sovrano nel campo della magia. Nella serie, come avranno notato gli spettatori, i rapporti con Artù e Merlino sono radicalmente diversi.

Arthur, interpretato da Devon Terrell, nello show è il futuro re e viene introdotto come un guerriero mercenario che incontra per caso Nimue e lotta accanto a lei.
Nelle storie originali il personaggio ha protetto il suo regno dai Sassoni e dalle forze magiche oscure, grazie all’aiuto del potente mago Merlino. Il giovane ha estratto la spada Excalibur da una roccia, dimostrando di meritare la sua ascesa al trono. Nelle storie è il figlio di Uther Pendragon e Igraine, moglie di Gorlois, e insieme ai Cavalieri della Tavola Rotonda hanno difeso il loro popolo da vari nemici e sono andati alla ricerca del Sacro Graal.

Merlino nella serie è interpretato da Gustaf Skarsgård. Nella mitologia è un potente mago che ha aiutato Artù a reclamare il suo trono usando la magia e l’astuzia per raggiungere i propri scopi. In alcune versioni è inoltre il figlio di una donna mortale e di un incubo, elemento che spiega i suoi poteri. Il mago ha un debole per le donne attraenti e pericolose che portano alla sua sconfitta. Merlino ha ingannato Lady Ingraine facendole credere che Uther fosse Gorlois, sapendo che il loro figlio sarebbe diventato il salvatore del regno.
Lo show, invece, mostra Merlino come uno stregone che in passato ha utilizzato la spada del potere e ora non possiede quasi più poteri magici.

Uther Pendragon, interpretato da Sebastian Armesto, nella mitologia è un personaggio moralmente ambiguo ed è una figura paterna assente. Tra le pagine di History of the Kings in Britain scritto da Geoffrey di Monmouth, insieme al fratello Aurelio sconfigge il re dei Sassoni Vortigern e aiuta Merlino a trasportare le pietre di Stonehenge dall’Irlanda alla Bretagna.
Nella serie Uther è un re odiato dai suoi sudditi e che ha permesso ai Paladini Rossi di diffondere il proprio fanatismo religioso e dichiarare guerra alle creature magiche.

Morgana è interpretata nella serie da Shalom Brune-Franklin e nella mitologia è la sorella, o sorellastra, di Artù, spesso dotata di poteri sovrannaturali e una strega potente quanto Merlino. Tra le pagine il personaggio si chiama Morgan le Fay e rappresenta il bene e il male che esiste nell’umanità, venendo descritta come un’aiutante di Artù o una villain. Nello show è la sorella di Artù e vive in un convento, tuttavia il suo destino è legato alla magia.

Bors è interpretato da Sean Gilder e nella serie è un soldato mercenario. Nella leggenda esistono due versioni del personaggio: Re Bors e suo figlio Sir Bors, uno dei cavalieri della Tavola Rotonda più affidabili e che trova poi il Sacro Graal, oltre a essere ritratto come il membro più virtuoso del gruppo.

Pellam “il Pescatore” è interpretato da Youssef Kerkour e nella serie viene mostrato mentre dà la caccia a Merlino. Il personaggio sembra un riferimento al Re Pescatore presente nella leggenda, un sovrana ferito le cui terre sono state avvelenate e che conosce il luogo dove è protetto il Sacro Graal.

Sir Ettore nella serie ha il volto di Peter Guinness e segue quasi fedelmente il ritratto presente tra le pagine, essendo il padre adottivo di Artù, dopo che il bambino gli è stato affidato da Merlino, e che lo cresce senza rivelargli le sue vere origini.

Gawain è interpretato da Matt Stokoe e nella versione seriale comprende anche le caratteristiche del Cavaliere Verde. Nelle storie medievali i due personaggi si scontrano e Gawain decapita il malvagio Cavaliere Verde, senza però spezzare la sua maledizione. Nella serie Nimue salva Gawain con la magia, suo amico da molti anni, dopo che è stato torturato dai Paladini e il giovane viene ricoperto da erba verde.

Percival nella serie è interpretato da Billy Jenkins, ovvero Scoiattolo. Nella mitologia il giovane diventa uno dei Cavalieri della Tavola Rotonda più famosi e viene coinvolto nella ricerca del Sacro Graal.

Lancillotto, interpretato da Daniel Sharman, nella serie viene mostrato come il “monaco piangente”. Nella mitologia è uno dei cavalieri più leali e si scontra poi con Artù per conquistare il cuore di Ginevra. Tra le pagine è il miglior amico di Artù e un grande guerriero.

Che ne pensate della rappresentazione dei personaggi delle leggende nella serie Cursed? Lasciate un commento!

Fonte: Thrillist