Gli eventi che hanno riguardato il Patriota nella quarta puntata della seconda stagione di The Boys sono stati strani, anche di più del solito. Abbiamo visto il personaggio trovarsi – incredibilmente – con Madelyn Stillwell, solo per scoprire che in realtà si trattava del potere di Doppelganger, che si era trasformato nella donna. Non è tutto: sul finale di puntata, questo si trasforma addirittura nello stesso Patriota, e lo invita ad avere rapporti sessuali con lui. Il Patriota per tutta risposta dichiara di non avere bisogno di nessuno, e lo uccide.

Antony Starr ha rilasciato un’intervista nella quale ha parlato di quel momento:

Mi sono davvero emozionato. Ho pensato che fosse ovviamente una scena davvero folle. Ma poi ho anche amato il fatto che fosse profondamente legata su quanto è incasinato questo personaggio che ha inventato questa situazione immaginaria per se stesso per cercare di trovare una sorta di terreno solido, psicologicamente, e poi tutto implode. È una scena affascinante, bizzarra e strana, e ciò che amo dello show è che quando abbiamo queste scene folli sono spesso radicate molto profondamente in qualcosa che riguarda il personaggio.

Com’è stato filmare di fronte a te stesso?

È piuttosto strano. Ho fatto uno spettacolo in Nuova Zelanda dove ho interpretato dei gemelli per sei anni, quindi ho abbastanza familiarità con l’idea di recitare con me stesso. Avevamo un altro attore che è lì, e bisogna guidarli attraverso quello che vuoi che facciano, in modo che tu possa poi ripetere e reagire alle cose quando la situazione si capovolge. Quindi è davvero complicato e molto, molto tecnico, e grazie a Dio l’ho fatto per un bel po’ prima di The Boys, quindi è andato tutto liscio. In realtà, è stato molto divertente.

Sulla reazione giusta per il personaggio a quella scena:

Ricordo, quel giorno, di aver dato tante opzioni diverse che andavano in tutte le direzioni. Ne abbiamo fatte alcune in cui ho riso istericamente, altre in cui ho spalancato gli occhi e altre in cui non sapevo come reagire, e penso che sia stato usato molto di tutto questo. Ma è anche un momento di lucidità molto surreale per Homelander quando vede se stesso, quanto è debole e quanto è bisognoso. Allo stesso tempo in cui ne è disgustato, ma c’è anche empatia per se stesso, per il bambino che c’è in lui. È un momento molto bizzarro e surreale in cui abbiamo cercato di inserire molto.

CORRELATO A THE BOYS PATRIOTA

Creata da Eric Kripke, e prodotta a livello esecutivo da Seth Rogen ed Evan Goldberg, The Boys vede per protagonisti Karl UrbanJack QuaidAntony Starr, Erin Moriarty, Jessie T. UsherLaz Alonso, Chace CrawfordTomer Capon, Karen Fukuhara e Aya Cash.

Lo show, tratto dall’omonimo fumetto di Garth Ennis e Darick Robertson, mostra un mondo popolato da supereroi molto amati dalla gente, tutti ‘gestiti’ da un’azienda, la Vaught. Ogni ‘Super’ ha delle peculiarità, ma tutti hanno una cosa in comune: non sono ciò che sembrano, perché — a tratti — piuttosto che essere corretti e leali tendono a comportarsi come dei villain. Per contrastare e punire sia l’azienda alle loro spalle che i ‘Super’, degli ex agenti rimettono insieme la loro squadra, i ‘Boys’.

Trovate tutte le notizie sulla serie nella nostra scheda.

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

Fonte: TVline