Shantel VanSanten, interprete di Becca in The Boys, ha parlato della difficile scelta presa dal personaggio nel quarto episodio. La moglie di Billy Butcher ha infatti deciso di allontanare l’uomo e di scegliere di non fuggire con lui, restando al fianco del figlio Ryan per proteggerlo dal Patriota. Butcher non ha compreso del tutto questa scelta, arrivando a definire il bambino come un freak.

L’attrice ha così commentato quella scelta:

È stata difficile perché lui è l’amore della sua vita. E lei ama Ryan, e quello è suo figlio, e ha scelto di crescere il bambino senza dirlo a suo marito. È molto complesso. Ma lei gli dice in quell’episodio che non può salvarlo e ha l’opportunità di salvare Ryan in modo che non finisca per diventare un cattivo umano o un cattivo supereroe. Sente questa responsabilità molto pesantemente e sa che non potrà salvare Butcher. (…) C’era tanto dolore in quei momenti. Ricordo di essermi così sentita frustrata, arrabbiata e triste che ho finito per prendere a calci una gomma sul set.

Lui dice alcune cose piuttosto offensive su Ryan. Questo cambia il modo in cui lei si sente riguardo a Butcher?

Penso di sapere come si sente. È piuttosto difficile quando qualcuno ti dice davvero la verità in faccia e viene fuori. Quelle sono le parti brutte di lui con le quali lei lotta di più, ma non toglie il fatto che lo ama. C’è una parte di lei che lo comprende, ma questo bambino, suo figlio, Ryan, è diverso a causa sua. (…) C’è quella scena nell’episodio 2, quando Homelander le dice: “Cosa succederà quando scoprirà che tutta la sua vita è una bugia?” Questo è tutto ciò di cui ha paura. La sua più grande paura era che lui la scoprisse e alla fine la rifiutasse e andasse nella direzione opposta, che non stesse facendo le scelte giuste, che non avesse fatto la cosa giusta, che tutto questo fosse inutile.

Sul modo di difendersi dal Patriota:

Potrebbe sempre prendere e fare quello che vuole. Ha dei super poteri, e lei no. Quindi deve giocare a livello emotivo/mentale. Deve trovare il modo di superarlo in astuzia o fare appello alle sue emozioni, fare appello alle parti di lui che sono deboli, il che è una cosa interessante, perché pensiamo che i lati umani dei supes siano deboli quando hanno sentimenti. In realtà, ciò che rende gli esseri umani così forti è la nostra capacità di essere vulnerabili. È una parte molto interessante dello show da esplorare.

CORRELATO A THE BOYS BECCA

Creata da Eric Kripke, e prodotta a livello esecutivo da Seth Rogen ed Evan Goldberg, The Boys vede per protagonisti Karl UrbanJack QuaidAntony Starr, Erin Moriarty, Jessie T. UsherLaz Alonso, Chace CrawfordTomer Capon, Karen Fukuhara e Aya Cash.

Lo show, tratto dall’omonimo fumetto di Garth Ennis e Darick Robertson, mostra un mondo popolato da supereroi molto amati dalla gente, tutti ‘gestiti’ da un’azienda, la Vaught. Ogni ‘Super’ ha delle peculiarità, ma tutti hanno una cosa in comune: non sono ciò che sembrano, perché — a tratti — piuttosto che essere corretti e leali tendono a comportarsi come dei villain. Per contrastare e punire sia l’azienda alle loro spalle che i ‘Super’, degli ex agenti rimettono insieme la loro squadra, i ‘Boys’.

Trovate tutte le notizie sulla serie nella nostra scheda.

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

Fonte: Tvline