The Flash: Eric Wallace sulla stagione 7 e sul ritorno sul set

L’ultima volta che avevamo sentito parlare della possibilità per le serie dell’Arrowverse di tornare sul set, a Vancouver, dopo lo stop forzato di marzo di quest’anno, una fonte vicina alla produzione aveva parlato ottimisticamente di settembre, ma la realtà si è dimostrata evidentemente ben diversa, come ha avuto modo di spiegare Eric Wallace, lo showrunner di The Flash, in una recente intervista con Discussingfilm, nel corso della quale ha chiarito non solo che la produzione non è ancora iniziata, ma che più si andrà avanti, minore sarà il numero degli episodi che sarà possibile girare. Non ci sarà da sorprendersi, quindi, se anche le prossime stagioni degli show del CWVerse saranno più corte del previsto.

Avete una data approssimativa per quando sperate di poter iniziare a filmare la 7^ stagione? Anche se è ovviamente molto difficile fare previsioni.
Eric Wallace: Vero? È buffo, passo le mie giornate al telefono, in una conference call, su zoom o via mail a parlare dell’inizio della produzione. Su come possiamo farlo senza correre rischi. Perché questa è chiaramente la nostra e mia prima preoccupazione. La speranza è di ricominciare ad ottobre o novembre, in autunno insomma. Lo speriamo davvero. Forse sapremo qualcosa di più nelle prossime settimane. Sono cauto, cautamente ottimista. E naturalmente quando inizieremo, potremo determinare anche quanti episodi potremo girare. Quindi, teniamo le dita incrociate per un inizio in autunno. Naturalmente la serie non andrà in onda prima del 2021, non so precisamente quando.

Ma cos’altro ha rivelato durante l’intervista, lo showrunner di The Flash, che non sia già stato detto durante il DC FanDome? Sorprendentemente, molto più di ciò che potessimo sperare.

Hai in programma di seguire la stessa struttura di episodi che avrebbe dovuto concludere la 6^ stagione o gli eventi prenderanno un’altra direzione?
Eric Wallace: È praticamente la stessa, ma questo stop forzato mi ha permesso di fare qualche modifica al 20-25% di quei copioni, per renderli ancora più solidi e affrontare anche alcuni problemi e preoccupazioni, sia che si tratti di giustizia sociale, che di tutto quello che sta succedendo nel nostro mondo, oggi, per essere certo che quei temi venissero affrontati e non fossero ignorati alla fine del percorso della storia di Eva, ma toccati all’inizio della graphic novel  che andremo a raccontare. Sono cose importanti per me, come essere umano e come showrunner, che volevo comunicare al cast.

Per quanto riguarda Crisi sulle Terre Infinite, diresti che il crossover sia stato un vantaggio o uno svantaggio in termini di narrazione della 6^ stagione?
Eric Wallace: Direi che sia stata un vantaggio, perché ha segnato un punto di partenza per il viaggio emotivo di Barry all’inizio della stagione. Non avevo scelta. Dovevo affrontare le premesse della Crisi che poi hanno portato ad occuparsi delle sue conseguenze nella seconda parte. Ed alla fine, a partire dalla fine di Elseworlds e per la scrittura di quegli episodi che avrebbero fatto parte della prima metà della 5^ stagione di The Flash, è stata una benedizione sapere cosa sarebbe successo con un anno di anticipo. Quindi ho cominciato già da allora a pensare al percorso di Barry, ed allora non sapevo nemmeno che sarei stato alla guida dello show oggi. Sono solo fatto così. Amo talmente tanto questa serie che non riesco a non pensarci.

Lo showrunner ha parlato anche del futuro dell’Anti-Flash (Tom Cavanagh), dopo che Grant Gustin stesso – in un’intervista con TVLine, risalente ad aprile del 2020 – aveva rivelato che nel finale della 6^ stagione, se le riprese non fossero state interrotte, avremmo dovuto vedere un cliffhanger che coinvolgeva Eobard Thawne.

Che cosa puoi anticiparci del futuro dell’Anti-Flash? Che ruolo avrà questo personaggio nella prossima stagione?
Eric Wallace: Non concederò nessuno spoiler su questo fonte. Tutti noi amiamo l’Anti-Flash, come sarebbe possibile il contrario? È uno dei nostri migliori personaggi, che non si sa mai quando sbucherà fuori. Posso suggerire di guardare cose gli è successo alla fine di “The Exorcism of Nash Wells“. Sono le basi per una storia che non voglio rivelare quando si svolgerà, perché sarebbe uno spoiler troppo grande. I velocisti hanno un grosso ruolo nella 7^ stagione di The Flash. E come ben sappiamo, ci sono diversi tipi di velocisti, buoni e cattivi. So di essere vago, ma in realtà sto cercando di darvi delle risposte e spero che questo aiuti.

Wallace ha infine rivelato qualcosa di più sulla struttura della prossima stagione di The Flash, che ricalcherà la stessa dello scorso anno, cosa che ha dato allo show un ritmo molto più serrato e decisamente più godibile, rispetto all’avere un lungo arco narrativo che riguarda un solo antagonista del velocista scarlatto e la cui storia viene lentamente sviluppata nel corso di 22 episodi.

C’è qualcos’altro della 7^ stagione che vorresti condividere con i fan?
Eric Wallace: Voglio ricordare a tutti che chiuderemo la trama dedicata ad Eva McCulloch nei primi episodi della 7^ stagione e che questa cosa è tra le nostre priorità. Perché ci sono dei colpi di scena incredibili e vedremo accadere eventi importanti, dopotutto ha cominciato ad indossare un costume solo nel 19° episodio e vogliamo vederla in azione. Dobbiamo vedere  Eva McCulloch in azione! E lo faremo. Ma alla fine di questa trama cominceremo due nuove graphic novel, proprio come abbiamo fatto lo scorso anno. Ovviamente la seconda parte di stagione sarà probabilmente più corta, forse non sarà composta da 8 episodi come uno si aspetterebbe e questo a causa del COVID.
Cominceremo più tardi del solito a girare. Non so ancora precisamente di quanti episodi sarà composta la stagione nel 2021. È una situazione complicata, ci sono decisioni da prendere giorno per giorno, ma adotteremo sicuramente questo stile narrativo. Il che vuol dire che ci saranno due diversi super cattivi, protagonisti di ogni trama. Sarà altrettanto divertente, ma anche un po’ più folle, perché qualcosa che non abbiamo fatto in The Flash sin dalla 1^, 2^ e 3^ stagione, è affondare i denti nella mitologia dei velocisti e cose di questo tipo. Anche in questo caso non voglio rivelare troppo, ma diciamo che non sarei sorpreso se vedessimo risolversi un certo mistero che riguarda un certo velocista di cui abbiamo anticipato qualcosa nella 6^ stagione… il pubblico ha chiesto delle risposte e penso che avrà quello che voleva il prossimo anno.

La stagione 7 di The Flash andrà in onda negli Stati Uniti a gennaio 2021 su The CW.

CORRELATO A THE FLASH 7