Pubblicità

Tom Ellis si prende una pausa da Twitter dopo la polemica su Donne ai primi passi

Lucifer
ideata da Tom Kapinos
Fox
Tom Ellis, protagonista di Lucifer, ha deciso di prendersi una pausa da Twitter dopo le polemiche degli ultimi giorni legate a Donne ai primi passi. Ecco il suo messaggio:

Twitter sembra sempre più un luogo in cui alle persone piace gridare cose orribili e incoraggiare gli altri a farlo se non sono d’accordo con la tua opinione. Penso che mi prenderò una piccola pausa. Tanto amore.

La polemica si inserisce nel più ampio quadro riguardante l’arrivo del film Donne ai primi passi (Cuties o Mignonnes, secondo il titolo internazionale e originale) su Netflix. Il film è stato al centro di un’aspra polemica montata sui social – soprattutto su Twitter – e legata al tema del film, che vede una undicenne iniziare a ballare in atteggiamenti provocatori insieme ad altre coetanee. Ancora prima dell’arrivo del lungometraggio, le reazioni più negative erano arrivate dopo la pubblicazione di un poster del film, da molti giudicato inopportuno. Le fasi successive della polemica hanno visto la regista di Donne ai primi passi ricevere delle minacce di morte via social e la nascita di un hashtag, #CancelNetflix, diventato rapidamente virale su Twitter.

Meaghan Oppenheimer, scrittrice e moglie di Tom Ellis, pochi giorni fa aveva iniziato a ritwittare messaggi che cercavano di contestualizzare meglio il tema del film. Su tutti, quello dello sceneggiatore Jack Moore:

Cuties è fortemente contro la sessualizzazione dei minori. Questo è letteralmente ciò di cui parla il film. Dire che è a favore della pedofilia è come dire che Bastardi senza gloria è filo-nazista.

La pagina Twitter di Meaghan Oppenheimer è stata quindi oggetto di critiche, e in alcuni casi offese, da parte di altri utenti. L’ultimo messaggio postato riconduce ad un articolo di Rolling Stones intitolato “Come “Cuties” sta alimentando l’ossessione dell’estrema destra con la pedofilia”:

Essendo vittima di abusi sessuali, mi stupisce che troll come quello qui sotto pensino di potermi molestare perché mi rifiuto di chiamare “Cuties” un’opera del male. Ma dal momento che sono stata definita pedofilo nelle ultime 48 ore, vado avanti e pubblicherò questo…

Secondo i messaggi di più utenti, Tom Ellis avrebbe reagito nei giorni scorsi bloccando quanti hanno postato risposte offensive alla moglie. La decisione presa oggi è quindi solo l’ultimo passo.

Cosa ne pensate? Lasciate un commento.

Fonte: Twitter 

Potrebbe interessarti

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.

Pubblicità