Ad inizio ottobre (e mai espressione fu più azzeccata) HBO Max ha ufficialmente dato “luce verde” alla serie Green Lantern, basata sull’omonimo personaggio della DC Comics. Da un’idea di Greg Berlanti, il fondatore dell’Arrowverse, a scrivere lo show saranno Seth Grahame-Smith e Marc Guggenheim, per un progetto che consterà di 10 episodi della durata di un’ora ciascuno.

Annunciata già dal 2019, la storia di Green Lantern sarà incentrata sulle avventure di numerose Lanterne, inclusi Guy Gardner, Jessica Cruz, Simon Baz, Kilowog e Alan Scott, ai quali si uniranno antagonisti come Sinestro, ma anche nuovi eroi creati appositamente per lo show.

Nei fumetti Guy Gardner è un membro del Corpo delle Lanterne Verdi, nonché il terzo ad essere scelto sulla Terra, dopo Alan Scott e Hal Jordan (quello dello sfortunato film del 2011 con Ryan Reynolds), per ricoprire il ruolo di Lanterna Verde ed è considerato un personaggio caratterizzato da una volontà di ferro, che non lo fa arretrare di fronte a nessuna sfida, facendo di lui uno dei più grandi guerrieri dell’Universo. Gardner, apparso per la prima volta del numero 59 di Green Lantern (1968), non è amatissimo nella comunità dei supereroi proprio a causa della sua testardaggine.

Jessica Cruz e Simon Baz sono gli umani più recenti ad essere entrati nel Corpo delle Lanterne Verdi e sono conosciuti per essere la prima donna ed il primo libanese musulmano a ricoprire questo ruolo. Simon è apparso per la prima volta nel ruolo in Rise of the Third Army, pubblicato nel 2012, ed è un personaggio complesso, che lotta quotidianamente con il timore di essere visto come un terrorista solo a causa della sua provenienza, nonché un uomo pieno di dubbi, che non crede di poter meritare di diventare Lanterna Verde.
L’insicurezza ed il trauma fanno anche parte in maniera significativa della storia di origine di Jessica Cruz, che appare per la prima volta nei fumetti nel 2014, una latino americana che si rinchiude in casa per 4 anni, sopraffatta dall’ansia, dopo che la mafia uccide degli amici con cui era stata testimone di un delitto. Jessica viene scelta dall’anello di Volthoom e forzatamente trasformata in Lanterna Verde, finendo per attaccare la sua stessa città natale, prima che Batman intervenga convincendola di meritare quel ruolo e The Flash inviti Hal Jordan a farle da maestro ed insegnarle a controllare il potere dell’anello.
Il rapporto tra Jessica e Simon, nei fumetti, è molto forte ed i due si aiuteranno molto a vicenda, il primo a far superare a Jessica l’ansia che spesso la pervade, la seconda a fare in modo che Simon creda più in se stesso, in un percorso molto amato dai lettori durante la Rinascita, soprattutto per l’attenzione ai particolari e la cura con cui sono stati trattati temi delicati come l’appartenenza ad una minoranza e la malattia mentale.

Tra i personaggi annunciati troveremo anche Kilowog, un alieno incaricato di addestrare le reclute del Corpo. Il personaggio, apparso per la prima volta nel 1986, post Crisi, proviene dal pianeta Bolovax Vik, nel Settore 674, uno dei più densamente abitati dell’universo, e fu scelto per stazionare sulla Terra, dove trascorse buona parte della sua permanenza in Unione Sovietica, motivo per cui è anche un considerato un personaggio piuttosto politicizzato. L’aspetto ferale dei bolovaxiani, con la pelle simile a quella dei pachidermi, una mascella squadrata ed un naso porcino, suggerisce già come la serie si prepari a fare un copioso uso di effetti speciali, come c’è d’altra parte da spettarsi da una show sui supereroi trasmesso per lo più su HBO Max, per cui sarà sicuramente elargito un budget ben più generoso di quello concesso agli show dell’Arrowverse.

Ultima, ma decisamente non ultima Lanterna Verde, è Alan Scott, il capostipite della Lanterne, apparso per la prima volta nei fumetti nel 1940. Nella Golden Age Alan Scott fu membro della Justice Society of America ed è il solo Lanterna Verde a possedere un anello il cui potere si basasse sulla magia, prima che la storia ed il funzionamento di questo oggetto, considerato una delle armi più potenti dell’universo, fosse riscritta con l’avvento di Hal Jordan. A differenza del personaggio delle origini, quello della serie sarà dichiaratamente gay, un cambiamento che avvenne nei fumetti solo nel 2012 quando – con un comunicato stampa – la DC Comics confermò che l’Alan Scott di Terra-2, reintrodotto dai Nuovi 52 e descritto come un uomo dalla “personalità dominante e con un appetito per la giustizia”, sarebbe stato appunto omosessuale.
Sulla Terra-2 dei Nuovi 52, Superman, Batman e Wonder Woman vengono uccisi da Darkseid, il Tiranno di Apokolips, lasciando così la protezione di quella terra nelle mani, tra gli altri, proprio di Alan Scott, un supereroe che ha una relazione con un uomo di nome Charlie, con il quale è sul punto di sposarsi, poco prima che entrambi vengano coinvolti in un terribile incidente ferroviario, nel quale il fidanzato di Alan perse la vita e lui venne trasformato in Lanterna Verde.

Tra gli antagonisti fino ad ora annunciati, invece, troveremo uno dei più famosi: Sinestro, l’arcinemico di Lanterna Verde, nonché ex membro del Corpo delle Lanterne Verdi, apparso per la prima volta nei fumetti nel numero 7 di Green Lantern, pubblicato nel 1961. Come Kilowog, Sinestro – che nacque sul pianeta Korugar – fu un addestratore di matricole e quando tornò sul proprio pianeta, dopo una parentesi sulla Terra, si lasciò corrompere dal potere che gli dava l’anello, fino ad essere condannato all’esilio dai Guardiani, contro cui giurò vendetta. Da quel momento in poi Sinestro fu nemico giurato del Corpo e di Hal Jordan, di cui ovviamente conosceva tutte le debolezze.

Di carne al fuoco per questa serie, è evidente già dalle premesse, sembra essercene davvero molta ed il fatto che dietro di essa ci sia la HBO sembra una garanzia sul genere di prodotto che vedremo poi in TV. Con l’ormai defunta DC Universe, d’altronde, la qualità delle serie TV dedicate ai supereroi aveva già compiuto un notevole passo avanti con titoli come Titans e Doom Patrol, le cui prossime stagioni, non a caso, saranno trasmesse proprio da HBO Max, esattamente come il futuro Green Lantern.

CORRELATO A LANTERNA VERDE