A coloro che non la conoscono ancora noi non possiamo che consigliare di non lasciarsi sfuggire l’imperdibile appuntamento di questa sera con Il Trono di Spade (Game of Thrones) – la serie prodotta dalla HBO diventata un fenomeno mondiale che è giunta alla terza stagione e che è già stata rinnovata per una quarta – che trae ispirazione dalla saga letteraria di George R.R. MartinCronache del ghiaccio e del fuoco” (A Song of Ice and Fire).

La prima stagione de Il Trono di Spade debutterà infatti questa sera in chiaro su Rai 4 a partire dalle 21:15 con i suoi primi due episodi: “L’Inverno sta arrivando” e “La strada del Re”

Dal 2 maggio, ogni giovedì a partire dalle 21:10, doppio appuntamento in prima visione free con la prima stagione de Il Trono di Spade (2011), ambiziosa serie fantasy tratta dalla saga letteraria di George R.R. Martin Cronache del ghiaccio e del fuoco. Prodotta da HBO con un budget da blockbuster cinematografico, la serie è un compiuto esempio di fantasy contemporaneo “maturo”, crudo per certi versi, sfacciato per altri, sicuramente avvincente grazie a una sontuosa veste visiva e a una trama fittamente costruita.

Robert Baratheon siede sul “trono di spade” da re dei sette regni di Westeros, continente che accoglie al suo interno altrettante casate in lotta per il potere. Sentendosi minacciato dagli intrighi che si consumano tra i palazzi della capitale Approdo del Re, Robert chiede all’amico Eddard Stark, Lord di Grande Inverno, di diventare Primo Cavaliere del Re, per aiutarlo a gestire il trono. Da questa richiesta iniziano a delinearsi rivalità, alleanze, scontri, omicidi e tradimenti, con assolute protagoniste le casate dei Lannister e degli Stark. All’orizzonte si muovono poi, dall’esilio a cui sono stati condannati, Daenerys e Viserys Targaryen, figli del re che fu usurpato del trono proprio da Robert Baratheon. Pur di tornare ad Approdo del Re, stringono alleanze con i Dothraki, spietato popolo che ha nel terribile Khal Drogo il suo indiscusso leader.

Il Trono di Spade presenta personaggi incredibilmente complessi e ambigui, capaci di tutto per il potere, pienamente a proprio agio in un mondo dove gli ideali e i valori cedono ai compromessi. Nel cast spiccano le presenze di Sean Bean, il Boromir della trilogia de Il signore degli anelli, Lena Headey, protagonista del cult 300, e Peter Dinklage, attore affetto da nanismo che per la sua interpretazione del personaggio di Tyrion Lannister ha conquistato un Emmy e un Golden Globe. Da ricordare anche Aiden Giller, già conosciuto in The Wire come Tommy Carcetti, e Jason Momoa, ultimamente impegnato come muscoloso protagonista in Conan the Barbarian. La superba colonna sonora porta la firma di Ramin Djawadi.

Le puntate della serie saranno replicate ogni venerdì in seconda serata, in versione integrale non censurata.

Fonte: Rai 4