In occasione dei TCA estivi, Ted Sarandos di Netflix ha risposto a una domanda che molti iscritti al servizio di streaming si stanno facendo dopo il successo globale di Stranger Things: ci sarà mai una seconda stagione? Sembra che Netflix non voglia correre e, come per numerose altre serie originali, preferisca riflettere bene prima di prendere una decisione (basti pensare che la conferma del rinnovo di Daredevil è arrivata al Comic-Con, mesi dopo l’uscita della seconda stagione). Per il momento Sarandos si è limitato a dire “vogliamo sempre prenderci un po’ di tempo per riflettere sul processo di rinnovo”, una risposta quantomeno interlocutoria visto che qualsiasi network ordinerebbe immediatamente una nuova stagione se una serie avesse il successo di Stranger Things. Ma non c’è da temere: statisticamente, finora, ogni show originale di Netflix ha ottenuto una seconda stagione.

Anche gli showrunner, i fratelli Matt e Ross Duffer, parlano di una seconda stagione in una intervista con Hitfix e a dire la verità la danno praticamente per certa:

Matt Duffer: Abbiamo parlato molto di una possibile seconda stagione. […] Quello che ci intriga di una seconda stagione è che le cose possano procedere più lentamente: iniziare con un ritmo lento e, alla fine, perdere completamente il controllo. Può essere tutto molto più graduale e metodico. Mi piace il fatto che potremmo strutturarla in maniera un po’ diversa. Darà una sensazione completamente diversa.

Ross Duffer: La speranza è che contenga tutto ciò che alla gente è piaciuto della prima stagione, ma abbia qualcosa di originale. Stiamo cercando di pensarci come a un sequel, e i sequel a livello tonale fanno qualcosa di diverso. […] Continuiamo a imparare cose, e ciò che impariamo può fare la differenza tra la prima e la seconda stagione.

Matt Duffer: Ovviamente l’obiettivo è che sia ancora meglio. Penso che a livello tonale sarà più dark. Non vogliamo perdere l’umorismo della prima stagione, ma sarà un po’ più dark.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Fonte: deadline