La giovane Emma Corrin sarà chiamata a interpretare la principessa Diana nella quarta stagione della serie tv The Crown di Netflix. In realtà le riprese si sono già concluse, e l’attrice in un’intervista concessa a The Vogue ha sottolineato l’emozione di vestire i panni di Diana. Uno dei momenti salienti sarà il matrimonio con Carlo avvenuto nel 1981, e Emma Corrin ha ricordato l’emozione palpabile, condivisa da tutti sul set, nell’indossare una replica dell’abito indossato dalla principessa.

Gli Emanuel, che hanno disegnato l’originale, ci hanno fornito i modelli, e poi è stato adattato per me. Stavamo girando la scena quando la vediamo per la prima volta con l’abito da sposa – penso che fosse Lancaster House a Londra – e avevo un team di circa 10 persone che mi aiutavano a indossarlo, perché è enorme. Sono uscita e tutti sono rimasti completamente in silenzio. Più di ogni altra cosa che indosso nella serie, è così… è proprio lei.

Emma Corrin non tornerà nelle ultime due stagioni della serie, nelle quali il personaggio sarà interpretato da Elizabeth Debicki.

La serie ha seguito, nelle prime due stagioni, i primi decenni del regno e del matrimonio di Elisabetta e Filippo, ovvero gli anni quaranta e cinquanta. La terza stagione, uscita alla fine del 2019, ha invece coperto gli anni sessanta e settanta, con nuovi attori.

Le riprese della stagione 4 di The Crown si sono ormai concluse, e le puntate con l’attrice Olivia Colman nel ruolo della regina Elisabetta II dovrebbero quindi arrivare come previsto entro la fine del 2020. Nel cast di The Crown ci sono poi Tobias Menzies nella parte del Principe Filippo, Helena Bonham Carter che è la Principessa Margaret, Gillian Anderson come Margaret Thatcher, Erin Doherty a cui è stato affidato il ruolo di Anne, Josh O’Connor che è Carlo ed Emma Corrin che farà il suo esordio nella parte della principessa Diana.

The Crown si concluderà con la quinta e la sesta stagione, la quinta arriverà nel 2020.

Potete rimanere aggiornati sulla serie grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

Fonte: Vogue