Uno degli elementi che hanno portato al successo The Mandalorian è stata l’apparizione a sorpresa di Baby Yoda e il produttore e regista Dave Filoni ha ricordato, in occasione di un panel realizzato per l’ATX TV Festival, come Warner Herzog abbia trattato il pupazzo creato per la serie come se fosse un attore.

La creatura che ha conquistato il cuore degli spettatori è apparsa negli ultimi minuti della prima puntata dopo che il criminale interpretato da Herzog incarica il cacciatore di taglie al centro della storia di recuperarla, anche uccidendo se necessario.
Filoni ha spiegato:

Non appena hai quel personaggio e lo illumini si ha a che fare con qualcosa di magico. Ti ricorda le storie che leggevo su come avevano girato le scene con Yoda. Quando l’hanno girato era qualcosa di piuttosto terrificante perché avevano un ruolo davvero centrale in un importante sequel che sarebbe stato interpretato da un pupazzo e non riesco nemmeno a immaginare come abbiano proposto quell’idea. E nonostante tutto George l’ha fatto.

Il produttore ha ricordato come Mark Hamill avesse trattato la creazione come un personaggio reale sul set dei film L’impero colpisce ancora e Il Ritorno dello Jedi e lo stesso è accaduto in occasione di The Mandalorian:

Aveva l’impressione che stesse accadendo durante le riprese e il Bambino è diventato una parte davvero viva della troupe. Nessuno ha avuto quell’approccio più di Werner Herzog. Era totalmente, e sempre, coinvolto nella storia della creatura e sul fatto che fosse così reale. Lo ha trattato come un qualsiasi attore sul set.

Durante il panel dell’ATX TV Festival il creatore dello show Jon Favreau ha ricordato inoltre quanto sia stato importante e fantastico riuscire a mantenere segreto il personaggio, realizzato con un investimento di circa 5 milioni di dollari. Lo showrunner ha sottolineato:

Mi ha ricordato cosa accadeva negli anni in cui stavo crescendo e non sapevo realmente cosa sarebbe accaduto in un film. Si andava nelle sale e si viveva la storia come era stata ideata, e io e Jon volevamo realmente che il pubblico provasse quella sensazione mentre guardava The Mandalorian. Doveva sembrare autentico in modo che gli spettatori lo scoprissero con Mando. era qualcosa di davvero importante.

Filoni ha inoltre aggiunto, parlando della reazione del protagonista, che leggendo la sceneggiatura si era formato un’idea precisa:

Era importante mostrare che non gli importava, era senza cuore, un pistolero, ‘Ho un lavoro da fare, non c’è niente di personale’. Era un archetipo così forte tratto da questi film e la prima parte della storia è molto in quello stile e tutto porta a questa decisione critica in cui la creatura fa nascere qualcosa in lui. E ho pensato che potesse far accendere una scintilla anche negli spettatori, e sembra che ci sia riuscito.

Che ne pensate del comportamento di Werner Herzog nei confronti di Baby Yoda sul set di The Mandalorian? Lasciate un commento!

Nel cast della nuova stagione di The Mandalorian che debutterà a ottobre su Disney+ ci saranno Michael Biehn, Rosario Dawson nella parte di Ahsoka Tano, oltre a Pedro Pascal, Gina Carano, Carl Weathers e Bill Burr insieme a diversi altri personaggi.

Alla regia dei nuovi episodi vi saranno Dave Filoni, Robert Rodriguez, Carl Weathers, Jon Favreau.

The Mandalorian, che porta la firma di Jon Favreau, ha come protagonista Pedro Pascal, ed è ambientata dopo la caduta dell’Impero e prima dell’ascesa del Primo Ordine. Al centro della trama vi è un pistolero solitario che raggiunge gli angoli più remoti della galassia, distanti dal controllo della Nuova Repubblica.

Trovate tutte le informazioni e le recensioni della serie nella nostra scheda.

Fonte: ComicBook