Nella terza stagione di The Walking Dead Carol, il personaggio interpretato da Melissa McBride, avrebbe dovuto essere uccisa.
A confermarlo è stato lo sceneggiatore e produttore Scott Gimple che ha spiegato a Looper che tipo di situazione avrebbe dovuto affrontare la protagonista.

Nella puntata Killer Within la prigione dove si trova il gruppo di sopravvissuti viene attaccata dagli zombi e T-Dog (Iron E Singleton) muore divorato dalle creature mentre protegge Carol. La donna successivamente scompare, portando gli altri a credere sia morta, ma due episodi dopo Daryl (Norman Reedus) la ritrova ancora viva.

Gimple ha spiegato:

Abbiamo indagato un po’ sulla possibilità di uccidere Carol. Ci siamo spinti un po’ avanti e io ero davvero contrario all’idea perché avevo visto il suo percorso dall’essere sottomessa al marito al diventare una guerriera. Sembrava il percorso più fantastico per il nostro personaggio e avendo lavorato fino a quel momento con Melissa McBride ho pensato ‘Oh, beh, potrebbe farlo. Può fare qualsiasi cosa’.

Parlando della sceneggiatura delle puntate della terza stagione in cui si affrontava il possibile destino di Carol, Gimple ha inoltre sottolineato:

Vorrei rivedere alcune delle vecchie e-mail o qualcosa del genere perché pensavamo ‘cosa accadrebbe se le persone pensassero che è morta, ma in realtà è sopravvissuta?’. A quel punto era una sorpresa, considerando che i personaggi stavano morendo uno dopo l’altro. Era per quel motivo che si parlava così tanto della serie.

L’ex showrunner ha quindi ribadito:

Si trattava però di vedere quel personaggio affrontare quel percorso perché aveva iniziato essendo passiva e una vittima. E vederla diventare una delle persone più forti della storia, come sceneggiatore, mi eccitava.

Lo showrunner della terza stagione, Glen Mazzara, aveva persino avvisato Melissa che Carol sarebbe stata uccisa:

L’avevo avvisata e poi abbiamo pensato a un piano migliore perché se T-Dog l’avesse salvata il suo sacrificio avrebbe avuto un senso solo se Carol fosse sopravvissuta. Ma non volevamo rivelare che era viva alla fine di qualla puntata perché stavamo affrontando la devastazione causata dalla morte di Lori e stavamo dando spazio ai momenti del lutto in quell’ultima scena in cui Rick crolla, non volendo smorzare le emozioni dicendo ‘Oh, ecco Carol‘.

Il protagonista Andrew Lincoln, inoltre, aveva spiegato in precedenza che tra chi si era opposto alla possibile morte di Carol c’era Sarah Wayne Callies, interprete di Lori Grimes, che considerava l’ipotesi un grande errore.

Potete rimanere aggiornati sulla serie grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

Fonte: ComicBook