La prossima stagione televisiva vedrà un esordio a lungo atteso: si tratta di The Witcher, serie fantasy basata sulla serie di romanzi di Andrzej Sapkowski in arrivo su Netflix entro la fine del 2019. Protagonista è Henry Cavill nel ruolo di Geralt di Rivia, lo stregone del titolo che è fondamentalmente un cacciatore di mostri professionista. È una specie di lavoro da sogno per Cavill, fan dei libri e dell’adattamento del videogioco di CD Projekt Red prima di entrare in lizza per la parte. In una recente intervista per Hobby Consolas, l’attore britannico ha parlato delle sue idee per interpretare al meglio questo personaggio:

La mia versione di Geralt è fedele ai libri, e sono sicuro che lo sia anche per il videogioco, perché sono un grande fan anche di quest’ultimo. Per dirla semplicemente, il cuore di Geralt è quello di un cavaliere in viaggio, ma la sua parte esteriore è sfinita a causa del mondo e la sua visione è oscurata dal mondo e da tutti. All’inizio può sembrare tosto, ma quando lo osservi approfonditamente, ti accorgi che è il contrario. Ma questo è ciò che lo rende interessante: in fondo è un cavaliere, è un eroe, ma dall’esterno vedi tutto il contrario. E questa è una delle cose che amo di questo personaggio. Perché anche se è quello internamente, è anche diverso all’esterno, il che è straordinario.

Questo tema emerge molto nell’intervista, con Cavill che vede Geralt come un eroe che deve presentarsi in modo diverso a causa della dura realtà del contesto in cui opera. “La cosa meravigliosa è che non ti aspetti che sia un eroe, probabilmente non dovrebbe essere un eroe a causa del modo in cui è stato trattato”, ha detto l’attore. “Ma fornisce esempi meravigliosi, essendo un eroe dopo tutto, nelle sue azioni e reazioni.” Cavill paragona persino Geralt a un altro eroe che ha interpretato: Superman nei film dell’Universo DC:

Sono personaggi molto diversi, ma entrambi sono eroi. Penso che Geralt abbia l’opportunità di aggiungere un po’ più di divertimento, a causa della sua natura di antico eroe, apolitico, controverso nelle sue opinioni e anticonformista. Quindi può essere molto più divertente. Ma anche così, entrambi sono eroi, penso che Geralt abbia il cuore di Superman, ma è qualcos’altro all’esterno. Quindi aggiunge un altro livello che il pubblico e gli altri personaggi devono superare per raggiungerlo.

Geralt è certo più cinico di Superman, come suggerisce Cavill, a causa di come la vita lo ha trattato. Quando diventi un witcher, ottieni abilità potenziate come velocità e forza. Ma per arrivarci, devi sopportare prove brutali che ti cambiano fisicamente. La maggior parte non sopravvive. E anche se i witcher svolgono un lavoro importante, sono evitati e temuti da molte delle persone che aiutano. Quindi Geralt ha una strada più dura da percorrere rispetto a Superman. Non ha avuto nemmeno l’educazione affettuosa di Superman. La madre di Geralt lo lasciò alle cure degli stregoni quando Geralt era ancora molto piccolo, provocandogli il trauma di una “relazione persa”, come lo chiama Cavill. Malgrado ciò, Cavill vede in Geralt molti elementi degni della sua ammirazione:

Penso che ci sia anche un po’ della persona che voglio essere. È quello che voglio essere, voglio essere questa persona. Ho anche dubbi simili a quelli che Geralt ha sul mondo. E vedo qualcosa di nuovo nell’approccio di Geralt… È una domanda difficile a cui rispondere… e molto personale. Penso che una parte di me probabilmente sia in totale sintonia con lui. Perché c’è sicuramente una parte della sua personalità che si sovrappone alla mia.

Cavill si sente quindi molto legato a questo personaggio, e spera che il viaggio che ha unito il suo destino a quello di Geralt sia ancora lungo; ha infatti detto che la televisione offre un’opportunità “grazie alla quale posso davvero portare lontano la storia di Geralt, e spero che per molti anni continui a trasformarsi in un sogno diventato realtà.”

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

Correlato con The Witcher

Fonte: Winteriscoming