This Is Us torna per raccontarci alcune fasi chiave della vita di Toby, a quando assisteva alle litigate dei suoi genitori e intrappolava dentro di sé la tristezza che poi si sarebbe portato dietro per tutta la vita, oppure quando la sua ragazza Josie lo lasciò ferendolo a tal punto da indurlo alla depressione. Ma anche da piccolo, Toby aveva quel tratto caratteriale indistinguibile, quell’ironia che in più occasioni l’ha tirato fuori dai guai e che ha aiutato e permesso a sua madre di andare avanti nei momenti più difficili. Da adulto, l’uomo ricorda tutto questo mentre si avvicina al punto di non ritorno, a quel limite che non può oltrepassare. Sì perché l’uomo pur di aumentare le possibilità di riuscita della fecondazione in vitro decide in totale autonomia di smettere di prendere le sue pillole antidepressive. Nel frattempo, Kate, in attesa della fatidica chiamata da parte della dottoressa, si dirige a lavoro e si traveste da Adele per eseguire “When We Were Young” di fronte ad un gruppo di persone sconosciute. Successivamente, il mediante del lavoro le fa i complimenti e la invita a coltivare il suo talento consigliandole di iscriversi a The Voice. A quel punto Kate gli risponde che a volte la sua vita, costellata di momenti difficili, le ha fatto dimenticare dell’importanza della musica.

Questo aspetto torna anche nella timeline del passato dove Kate, ancora in lutto per la morte di suo padre, fa fatica a lasciarsi andare con la musica. Rebecca durante un momento di intimità di fronte al pianoforte portato da Miguel le racconta che quando sarebbe stata pronta la musica l’avrebbe salvata dalla tristezza. Ma da adulta Kate tornerà di fronte al pianoforte solo dopo aver scoperto di essere rimasta incinta, solo dopo aver avuto un buon pretesto per riconciliarsi con una delle cose che più la rendono felice nella vita. Toby assorto nei videogiochi per via dei suoi pensieri perde la cognizione del tempo e rientra in casa in tutta fretta. Nel momento in cui scopre che ce l’hanno fatta, l’uomo ha un crollo e arrivato al limite è costretto a raccontare tutto. Il suo sacrificio è stato ripagato. Ma quali saranno le conseguenze?

Sempre nel passato vediamo i primi momenti cardine che poi porteranno Miguel e Rebecca a diventare una coppia. Verso la fine dell’episodio veniamo anche a conoscenza del fatto che in passato Jack, mentre firmava la sua assicurazione per la vita, chiese “ironicamente” al suo amico di prendersi cura della sua famiglia se mai fosse finito sotto a un bus. Randall e Kevin invece vivono in maniera disturbante il loro ballo scolastico. Il primo perché una volta arrivato a casa della sua accompagnatrice scopre che il padre di lei non è affatto felice di vederlo. Di conseguenza questa cosa finisce per ferire anche Kevin, anche lui presente durante quel momento imbarazzante in cui il padre della giovane Allison guarda Kevin ammettendo di non potercela fare per via della sua pelle. Kevin affronta la cosa con l’alcool e Randall nel suo solito modo, attraverso la riflessione.

Lo stesso discorso sul razzismo torna anche nel presente: Kevin e Zoe mentre sono a Baltimora dal signor Robinson, ex compagno di guerra di Jack, affrontano un discorso molto delicato legato alla cultura di lei. Zoe è intenzionata a proseguire la sua relazione con Kevin ma è frenata da tutte quelle piccole cose che il compagno non può ancora comprendere. A partire dalla federa di seta che lei usa per non far increspare i suoi capelli o allo sguardo disgustato della cassiera che lui non nota perché così sottile da essere quasi impercepibile, quantomeno per chi non lo riceve. Ma chiaramente tutte queste cose Kevin potrà impararle solo se lei gliene darà l’occasione. Nel mentre, Kevin scopre qualcosa di più sul passato di Jack e del suo ruolo durante il periodo in Vietnam, che non era solo quello di meccanico. Il signor Robinson racconta al ragazzo di come Jack gli abbia salvato la vita e solo dopo alla fine gli lascia alcune foto che non faranno altro che aggiungere domande su domande.

Randall, invece, mette tutto se stesso nel suo nuovo lavoro: farsi conoscere dalle persone del quartiere così da poter prendere il posto di Sol Brown, l’attuale consigliere, che a quanto pare sembra tenere alla sua gente più di quanto Randall abbia mai immaginato. Il primo appuntamento con le persone presenti alla sua campagna elettorale non andrà a buon fine e Randall imperterrito continua a lottare con il fatto che per lui sarà sempre difficile essere preso in considerazione da una comunità così diversa da quella in cui è cresciuto. Non è andato a buon fine anche il primo colloquio di Beth dopo il suo licenziamento, che a quanto pare non sembra ancora aver superato. Ma questo Randall ancora non lo sa.

“Toby” è un episodio che racconta le varie sfaccettature della tristezza e lo fa in maniera molto delicata. Tutto il male che un uomo può custodire dentro di sé senza che gli altri lo vengano a sapere è immenso e nel tempo si accumula così tanto che ad un tratto quando si trova il coraggio di reagire si fa fatica a tirarlo fuori completamente. Bastano pochi accenni alla vita passata di Toby per comprendere appieno il suo carattere, il suo modo d’essere e anche il motivo per cui alla fine ce l’ha sempre fatta seppur con delle cicatrici. Con il suo umorismo spigliato ha salvato sua madre e qualche anno dopo ha fatto innamorare Kate. A posteriori, l’unico difetto di questo episodio è che è stata messa troppa carne al fuoco, troppi momenti che avremmo voluto vedere approfonditi in maniera differente sono stati presi poco in considerazione. Specialmente durante il passato sono stati mostrati brevi spezzoni della vita di Toby che contenevano frasi chiave e forse un po’ forzate e senza un contesto, utili solo a livello narrativo per l’eventuale collegamento con il presente.

Per confrontarvi con altri appassionati della serie, vi segnaliamo la pagina Facebook This Is Us Italia.