In una sorta di bottle episode che non è propriamente una bottle episode per l’ambientazione della trama che concerne Ray, ancora impossessato da Neron, e un Constantine alle prese con il suo avo Kon-Sten-Tyn, ma soprattutto con le sue stesse insicurezze, Nip|Stuck si rivela una di quelle strane puntate di Legends of Tomorrow che parte in sordina e si conclude in gloria.

Il Team nella puntata è sostanzialmente diviso in tre diverse location: Ray e John hanno appunto viaggiato indietro nel tempo per usare i poteri di Kon-Sten-Tyn al fine di far risorgere Tabitha che, in un notevole colpo di scena si rivelerà essere la fata madrina interpretata da Jane Carr e che abbiamo visto nei primi episodi della stagione; Ava, con Mona, Nora e Gary, sono al Time Bureau, mentre il resto del gruppo rimane imprigionato all’interno della Waverider e sotto una valanga da loro stessi provocata quando, rintracciati Ray e Constantine nel passato, quest’ultimo gli dirà di sparare loro contro, Sara esiterà mentre Mick ordinerà a Gideon di seguire l’ordine, facendoli così finire tutti nella trappola di Neron.

Nonostante questa sia indubbiamente sempre stata una serie dell’assurdo o quanto meno lo è diventata dopo aver fortunatamente abbandonato la strada che aveva intrapreso durante la sua stagione di debutto, la cosa che ha sempre fatto funzionare Legends of Tomorrow è la coerenza dei suoi personaggi all’interno di trame che, in un diverso contesto, porterebbero probabilmente i più a cambiare canale tanto assurde sono. In una formula non dissimile da quella che ha portato ad un’introspezione dei protagonisti persino più attenta e che costituisce le fondamenta su cui è stata concepita Doom Patrol, questa serie continua a dimostrare come quando si ha un cast numeroso e lo si usa nella maniera corretta, senza necessariamente lasciare nessuno indietro, sia possibile sviluppare storyline soddisfacenti e significative persino nelle circostanze più astruse.

In questo episodio in particolare, Constantine ha un ruolo centrale quando la sua natura fondamentalmente buona affiora nonostante le sue stesse perplessità e si rispecchia in una creatura di fantasia che si chiama Púca e che riflette esattamente il genere di energia che riceve dalle persone che interagiscono con lei: una persona pericolosa, la renderà pericolosa, qualcuno che sarà in grado di dimostrare compassione e tenerezza, le trasmetterà esattamente questo genere di emozioni.
John Constantine è certamente un personaggio complesso con poteri enormi, che ha visto cose difficili da spiegare ed accettare, ma è anche qualcuno che sembra avere una grossa difficoltà a perdonare se stesso e che allo stesso tempo non esita a sacrificarsi finendo all’inferno e contribuendo così, con possibili gravi conseguenze, a far funzionare il piano di Neron di liberare la sua compagna Tabitha pur di salvare una creatura innocente ed andare alla ricerca dell’anima di un amico. In questo senso, John è semplicemente un altro disadattato che si adatta al Team delle Leggende e che ne sposa perfettamente la natura.

Ed a proposito del resto del team, come accennavamo, il gruppo – che resta per gran parte dell’episodio seppellito sotto una valanga – solo dopo uno scontro di volontà tra Sara e Mick, che verrà presto risolto, e grazie a Ray, del quale troveranno un “manuale per uscire dai guai“, scoprirà giocando una partita al gioco di carte ideato dal loro amico, come stesse usavano irresponsabilmente l’energia della Waverider e la loro, riuscendo infine a liberarsi dai guai.

Anche al Time Bureau la situazione è piuttosto tesa: il gentile e pacioccone Gary, in balia del suo diabolico capezzolo, sta infatti facendo il lavaggio del cervello a tutti gli agenti, comprese Ava e Nora, fino a che Mona, grazie all’aiuto della creatura in cui è in grado di trasformarsi, non risolve la situazione strappandoglielo a morsi. Sorprendentemente però, pur essendo tornato se stesso, Gary chiederà l’aiuto di Tabitha, giunta provvidenzialmente sulla scena con Neron, e sceglierà di seguirli nella loro ricerca di un nuovo corpo per Tabitha di cui prendere possesso.

La quarta stagione di Legends of Tomorrow va in onda negli Stati Uniti ogni lunedì su The CW e in Italia ogni giovedì su Premium Action.