Legends of Tomorrow 5×10 “Ship Broken”: la recensione

Ship Broken è un episodio piuttosto atipico (e questa è la vera novità) e folle (e questa naturalmente non lo è affatto) di Legends of Tomorrow. Strutturato come un bottle episode, un episodio che non utilizza cioè altri set se non quelli già esistenti, in questo caso la Waverider, la sua particolarità risiede nell’uso di effetti speciali particolarmente curati e normalmente riservati al finale di metà stagione o di serie, che costellano la puntata in maniera più o meno evidente e con risultati davvero notevoli. Dalla scena in cui Charlie tenta di usare per la prima volta il Telaio del Destino nel tentativo, fallito, di riportare in vita Behrad, alla trasformazione del cane di Gary in un demone, fino a piccoli tocchi, come la scena in cui Sara indossa per la prima volta una benda per coprirsi gli occhi, tutta la puntata è un reminder di come questa serie potrebbe trarre evidente giovamento da un budget che gli permettesse davvero di poter rendere realisticamente sullo schermo tutte le follie che si limita normalmente solo a raccontare e l’effetto è assolutamente ed indiscutibilmente vincente.

Anche dal punto di vista narrativo questo episodio si discosta da ciò a cui Legends of Tomorrow ci ha ormai da tempo abituati, scegliendo di non suddividere l’azione in una serie di sotto-trame, ma unendo tutti sotto lo stesso tetto e rendendoli protagonisti della medesima storyline. E proprio per quanto concerne la trama di Ship Broken, come spesso accade in questa serie, la semplicità e la peculiarità di quanto viene narrato finisce per risultare efficace. In questo caso tutta la storia si basa sulla scelta poco accorta di Gary, non una novità trattandosi di lui, di adottare un cagnolino, da lui ritenuto adorabile, come animale di supporto emotivo e portarlo sulla Waverider, omettendo però di dire al resto dell’equipaggio di averlo preso dall’Inferno. L’adorabile jack russell si rivelerà infatti essere in realtà il cane a cui, nel suo delirio, il serial killer Berkowitz, noto come “il figlio di Sam”, attribuì la responsabilità di avergli suggerito di uccidere le sue molte vittime, ed animale che, nella sua breve permanenza nella macchina del tempo delle Leggende, non riesce solo a manipolarle, facendogli manomettere la Waverider, ma riesce anche a mettere una contro l’altra, portandole così ad uccidersi a vicenda.

Tutto ciò avviene proprio quando Mick ha un fine settimana da trascorrere con la figlia Lita e decide di portarla in visita sull’astronave, mostrandole qualcosa della sua vita. E’ passata appena una settimana da quando abbiamo lamentato una mancanza di trame interessante per il personaggio interpretato da Dominic Purcell, ed ecco che finalmente gli autori, nel suo impacciato tentativo di imparare a fare il padre, danno a Mick un minimo di spessore umano e non si limitano a mostrarlo mentre stappa l’ennesima bottiglia di birra. Ad avere un simile e auspicato trattamento è anche il personaggio di Astra, che proprio in questa puntata, pur conservando ovviamente le sue innate capacità di manipolatrice, mostra al resto delle Leggende un lato più umano, quando se la prende perché tutti danno per scontato che sia lei la causa dei problemi dell’astronave e della temporanea sparizione del Telaio del Destino e quando chiede con insistenza che la prima persona riportata in vita sia sua madre, un desiderio così semplice e poco demoniaco da spogliarla in parte della sua aura infernale.

Anche ciò che accade nella puntata a Sara avrà sicuramente delle ripercussioni nel resto della stagione. Il comandante, non solo si risveglia infatti dal coma in cui era caduta, ritrovandosi senza vista (ma con tutte le sue capacità di combattente ancora intatte), ma scoprirà anche di avere un nuovo potere, che le permette di vedere il futuro di una persona toccandola. Considerato poi che – quando le Leggende riusciranno finalmente a sconfiggere il demone che le minaccia ed a riparare l’astronave – Sara riceverà la notizia che la sua cecità non dipende da un problema fisico a cui Gideon sia in grado di porre un rimedio, è anche possibile supporre le due cose, cecità e nuovo potere, siano quindi strettamente collegate.

CORRELATO A LEGENDS OF TOMORROW 5X10 RECENSIONE

La 5^ stagione di Legends of Tomorrow va in onda negli Stati Uniti ogni martedì. Per altre curiosità sulle serie dell’Arrowverse attualmente in onda in Italia su Prime Action, canale 125 di Sky, seguite la nostra pagina speciale DC Superheroes!