Legends of Tomorrow 5×12 “I Am Legends”: la recensione

I Am Legends è un’autentica apocalisse ed è anche uno degli episodi più inaspettati e ricchi d’azione di questa stagione di Legends of Tomorrow. Ancora bloccati a casa di Constantine, in Inghilterra, le Leggende sono sul punto di tornare sulla Waverider per utilizzare finalmente il Telaio del Destino e riportare in vita i propri cari, quando il collegamento con l’astronave si interrompe misteriosamente, lasciandoli nelle condizioni di dover salvare la giornata improvvisando, una cosa nella quale – come Sara ribadirà nell’episodio – il Team è davvero maestro.

CORRELATO – Legends of Tomorrow 5×11 “Freaks and Greeks”: la recensione

Dietro suggerimento di Ava, il gruppo si dirige infatti verso uno dei tanti ex rifugi del Time Bureau a Londra, per recuperare uno dei dispositivi con cui gli agenti erano soliti muoversi attraverso il tempo e tornare così sulla Waverider. E come può muoversi un gruppo di peculiari supereroi nella moderna Inghilterra, ancora ignaro di stare andando incontro ad un’apocalisse zombie, se non con un autobus di linea? Il fatto che scene che sarebbero considerate ridicole in ogni altra serie, riescano a strappare ancora una sonora risata in Legends of Tomorrow, è un indicatore delle potenzialità di questo show, che ha traslato in chiave moderna il concetto di “teatro dell’assurdo” come poche serie sono state in grado di fare.

Dopo diverse peripezie e parecchi scontri lungo la strada, in uno dei quali Ava stessa resuscita dopo essersi presa una pallottola in mezzo alla fronte, il team riesce ad arrivare dove aveva pianificato, ma deve attendere che il dispositivo di cui sono è entrato in possesso si ricarichi per poterlo utilizzare. Il momento di apparente quiete (prima della tempesta), diventa così un’occasione per tutti per riflettere sulla loro condizione. La scena in cui le Leggende sono sedute intorno ad un tavolo a condividere cosa davvero conti per loro nella vita, è sicuramente una delle migliori della puntata, perché è la perfetta rappresentazione di come questo show riesca, quando davvero vuole farlo, ad affrontare temi importanti con un peculiare senso di leggerezza. E che l’argomento di I Am Legends sia la caducità della vita, è evidente soprattutto dalla visione che Sara riceve all’inizio dell’episodio toccando Ava, che la rende in qualche modo nostalgica, ma anche particolarmente serena e determinata.

Solo giunti presso il rifugio scopriremo infatti che Sara ha in realtà visto la sua stessa morte, una visione che – per una persona come lei, che ha affrontato così tante volte la grande mietitrice – è quasi normale amministrazione. Non solo infatti Sara dirà chiaramente ad Ava di avere fiducia che riusciranno a riportarla in vita ancora una volta grazie al Telaio del Destino, ma assicura alla sua compagna di essere completamente serena, comunque le cose dovessero andare perché, se davvero fosse il suo momento di morire, se ne andrebbe facendo ciò che davvero ama, accanto alle persone che contano per lei di più nella vita. Quando quindi un esercito di zombie irrompe nel rifugio, attaccandoli, da spettatori siamo già certi che, qualunque cosa accadrà, le Leggende probabilmente torneranno in vita, anche se questo non toglie che la battaglia che combattono fino all’ultimo respiro contro quell’inarrestabile esercito, sia comunque emozionante ed epica.

Le trame secondarie dell’episodio sono altrettanto efficaci: l’attrazione tra Insta-Zari e Constantine esplode dopo una serie di battibecchi e dopo che i due si separano temporaneamente dal resto del gruppo ed anche se appare probabilmente un po’ improvvisa e casuale, è assolutamente credibile grazie alla chimica tra Tala Ashe e Matt Ryan.

Sulla Waverider, invece, Gary si ritroverà, con il solo aiuto della manifestazione di Gideon, interpretata da una Amy Louise Pemberton che se ne va in giro per l’astronave saltellando come un coniglio, a dover fermare le due terribili Parche, che non solo finiranno per uccidere Astra, non ritenendola affidabile, ma che elimineranno anche il povero Gary dopo che sarà riuscito a sottrarre loro i tre anelli che rappresentano il Telaio del Destino e che riuscirà a consegnare nella mani di Charlie, l’unica superstite del terribile attacco zombie, che tornerà sana e salva sulla Waverider con l’idea di ingannare le sorelle, fingendo di stare dalla loro parte, per poter invece salvare tutti i suoi amici.

CORRELATO A LEGENDS OF TOMORROW 5×12 RECENSIONE

La 5^ stagione di Legends of Tomorrow va in onda negli Stati Uniti ogni martedì su The CW, per altre curiosità sulle serie dell’Arrowverse attualmente in onda in Italia su Prime Action, canale 125 di Sky.