Agents of SHIELD 7×11 “Brand New Day”: la recensione

Arrivato ad un passo dal finale di stagione, che stavolta sarà anche un definitivo finale di serie, Agents of SHIELD ripensa una regola fondamentale. L’idea della singola linea temporale che non deve essere alterata a nessun costo, o che non può essere alterata per propria natura, viene lasciato alle spalle. La conferma arriva da Kora, la sorella di Daisy, che annuncia al gruppo dei protagonisti e agli spettatori che non si trovano più sulla linea temporale originale. È il “liberi tutti” che la serie aspettava per non preoccuparsi più di tanto delle conseguenze delle azioni dei personaggi. In fondo troppo era già accaduto di irreparabile, e senza correre dietro ai paradossi temporali, la serie Marvel preferisce rifugiarsi nelle classiche linee temporali alternative.

Archiviato questo discorso, Coulson e gli altri devono preoccuparsi per la minaccia in corso, che non è poca cosa. I Chronicoms sono ad un passo dall’attacco decisivo allo SHIELD, e tutti sono chiamati a prendere decisioni importanti in vista del gran finale di serie. In questo senso, Brand New Day è la puntata preparatoria, che anticipa il series finale, che mostra l’ultimo cliffhanger della storia di Agents of SHIELD, e proietta tutti i personaggi sui loro ultimi percorsi. Il fronte dei villain si rivela più strumentale che altro. Né i vaghi Chronicoms, né Kora con i suoi vari cambi di fronte, né Malick sono minacce particolarmente interessanti.

Tutto serve a raccontare come i protagonisti, quelli che conosciamo da tanti anni e tante stagioni, si preparano alla battaglia finale che li vedrà insieme per l’ultima volta. Daisy capisce che la vera sorella di cui si deve preoccupare è Simmons, si avvicina forse definitivamente a Sousa, e insieme a Mack partono per salvare l’amica. Questo è il tipo di azioni che i nemici non dovrebbero aspettarsi, e che potrebbe garantire un certo fattore sorpresa. Mentre anche May cerca di giocarsi con Kora la carta della sincerità inaspettata, Simmons si avvicina alla verità.

Per tantissime puntate, praticamente a questo punto possiamo dire una stagione intera, il confronto con Fitz è stato rimandato. Nemmeno in questo caso sapremo la verità su cosa è avvenuto prima della settima stagione, e tutto verrà sciolto solo nel finale di serie. Quel che è certo è che c’è un segreto da proteggere, l’ultima sfida per Fitz e Simmons come coppia. Brand New Day è solo una puntata preparatoria, che vive di rari spunti più intimi come un confronto tra Mack e Daisy che ci ricorda i legami e la complicità interni al gruppo. Appuntamento rimandato al finale di serie della più longeva serie Marvel.

CORRELATO A AGENTS OF SHIELD 7X11 RECENSIONE