Di Batwoman, la nuova serie dell’Arrowverse entrata a far parte del parterre degli show trasmessi da The CW e che idealmente, con le sue atmosfere cupe, sostituirà Arrow che completerà la sua corsa con l’ultima ed ottava stagione che sarà composta da soli 10 episodi, abbiamo già diverse informazioni, a partire dal nutrito cast guidato proprio dalla protagonista Ruby Rose nel ruolo di Kate Kane, alias Batwoman, il cui personaggio è stato già introdotto nel crossover dello scorso anno intitolato Elseworlds e che avremo modo di conoscere ancora più approfonditamente in occasione dell’anteprima del pilot della serie che verrà mostrata al San Diego Comic-Con, evento per il quale saremo come ogni anno in prima fila per i nostri lettori.

Per quanto concerne il resto del cast, nello show vedremo anche Rachel Skarsten nel ruolo della nemesi di Batwoman, Alice, descritta come “la personale Joker di Kate. La giovane donna ha subito tremendi traumi in un’età molto difficile che hanno finito per trasformarla in Alice, una personalità che si è creata per distaccarsi dalla realtà ed entrare in un mondo fantastico di cui lei è la protagonista. Solita indossare abiti vittoriani, Alice è un’affascinante lunatica che passa da psicotica ad amorevole in un battito di ciglia, motivo per cui il suo comportamento senza controllo è di per se stesso un’arma”.
Nei fumetti AliceRed Alice sono nomi in codice usati da Elizabeth Kane, la sorella gemella di Kate creduta morta sia da lei che dal padre Jacob Kane, la cui moglie, assieme alle figlie piccole, vennero rapite da un gruppo terroristico chiamato la Bibbia del Crimine quando la famiglia era in Belgio per un incarico assunto dal padre presso la NATO. Incaricato di salvare la famiglia, Jacob arrivò quando la moglie ed Elizabeth erano state già giustiziate, lasciando una Kate in vita, ma traumatizzata. Anni dopo, nei panni di BatwomanKate incontra e si scontra con la sorella creduta morta e divenuta nel frattempo una delle esponenti criminali più note di Gotham a causa della sua mente per sempre danneggiata dal trauma subito che ha così profondamente segnato tutta la famiglia Kane.

Ad interpretare invece il padre della protagonista sarà Dougray Scott, “un ex militare che per vendicare la morte della moglie e di una delle sue figlie, ha formato un esercito privato/compagnia di sicurezza chiamata The Crows per fare in modo che nessuno viva la sua stessa tragedia. Jacob Kane è descritto come un duro, un politico senza emozioni con un unico punto debole che lo rende più umano: l’affetto per la figlia di cui non conosce l’identità segreta“. Nei fumetti il personaggio è un’aggiunta piuttosto recente ed ha debuttato nel numero 854 di Detective Comics nell’agosto del 2009. Se la storyline della serie ricalcherà quella del fumetto, la competitiva relazione tra padre e figlia sarà destinata con il tempo a trasformarsi in una solida collaborazione per il bene della città.

Tra gli altri personaggi della serie troviamo Meagan Tandy, nel ruolo di Sophie Moore, probabile interesse sentimentale della protagonista, descritta come “una diplomata dell’Accademia Militare che ha rapidamente scalato i ranghi per diventare un importante membro della compagnia di sicurezza privata di Gotham che, nonostante il suo aspetto severo e disciplinato, nasconde un lato tenero che riserva principalmente per Kate“.

Camrus Johnson sarà invece Luke Fox: “devoto del Cavaliere Oscuro e figlio del direttore del Dipartimento Ricerca e Sviluppo della Wayne Enterprises, Lucius Fox. Luke tiene al sicuro la Wayne Tower in assenza del suo capo. Pur considerandosi il guardiano degli averi di Batman, e specialmente del suo simbolo, il ragazzo si rende conto che la città ha bisogno di un nuovo eroe“. Nei fumetti, Luke appare nei Nuovi 52 nel ruolo di Batwing.

Nicole Kang interpreterà invece il ruolo di Mary Hamilton, la sorellastra di Kate, descritta come “il suo polo opposto, una giovane compassionevole ed un’influencer in divenire che si occupa delle comunità meno fortunate di Gotham e che dimostrerà di avere più cose in comune con la sorella di quante loro stesse non pensino“.

Infine abbiamo Catherine Hamilton-Kane che sarà interpretata da Elizabeth Anweis, la matrigna di Kate, descritta come una donna “ben informata, elegante e motivata che proviene da una ricca famiglia, che ha costruito il proprio impero sulle armi e che usa la propria ricchezza per rendere Gotham un luogo più sicuro grazie all’aiuto economico che fornisce al gruppo paramilitare del marito dal quale ha avuto una figlia con cui non ha un buon rapporto“.

CORRELATO – Elseworlds: chi è Batwoman nei fumetti e qual è la sua storia d’origine

Il network ha anche recentemente rilasciato la descrizione ufficiale della serie:

Kate Kane (Ruby Rose) non aveva in programma di diventare la nuova vigilante di Gotham. Tre anni dopo la misteriosa scomparsa di Batman, Gotham è una città allo sbando. Senza il suo protettore, il Dipartimento di Polizia di Gotham City è sopraffatto dalle gang criminali ed il gruppo paramilitare di sicurezza di Jacob Kane (Dougray Scott), denominato Crows Private Security, è l’unico rimasto a proteggere la città con la sua milizia. Anni prima, la prima moglie e la figlia di Jacob sono state uccise durante una sparatoria a Gotham, motivo per cui l’uomo decise di allontanare l’unica figlia rimastagli, Kate, da Gotham per la sua salvaguardia. Dopo essere stata congedata con disonore dall’Accademia Militare e dopo anni trascorsi a sopravvivere ad un addestramento brutale, Kate torna a casa quando la gang di Alice in Wonderland prende di mira suo padre e la sua compagnia rapendo il suo migliore ufficiale, Sophie Moore (Meagan Tandy). Pur essendosi sposato in seconde nozze con la mondana Catherine Hamilton-Kane (Elizabeth Anweis), che finanzia l’agenzia di sicurezza del marito, Jacob soffre ancora per la perdita della famiglia e cerca di tenere a distanza la figlia Kate. Ma Kate non ha più bisogno di chiedere il suo permesso. Per aiutare la sua famiglia e la sua città dovrà diventare ciò che suo padre detesta: una vigilante. Con l’aiuto della compassionevole sorellastra Mary (Nicole Kang) e dell’astuto Luke Fox (Camrus Johnson), il figlio del guru della tecnologia alle spalle della Wayne Enterprises, Kate Kane porterà avanti la tradizione iniziata dal cugino nel suo ruolo di Batwoman. Con ancora un debole per la sua ex fiamma Sophie, Kate userà tutte le armi a sua disposizione per fermare le psicotiche macchinazioni di Alice (Rachel Skarsten) che scivola tra follia e realtà. Armata della sua passione per la giustizia sociale e con l’abitudine di dire sempre ciò che pensa, Kate sorge dall’ombra delle strade di Gotham nel ruolo di Batwoman. Ma non chiamatela ancora eroe. In una città alla disperata ricerca di un salvatore, dovrà infatti sopravvivere ai suoi demoni prima di rispondere alla chiamata di Gotham come simbolo di speranza.

Come se le sfide che l’eroina dovrà affrontare non fossero abbastanza complesse, Batwoman è anche la prima eroina mascherata apertamente lesbica, nonché il primo supereroe in rappresentanza della comunità LGBTQ che sia mai stato concepito per una serie televisiva. Caroline Dries, autrice del pilot, a questo proposito ha scritto:
E’ una cosa meravigliosa, magari sarebbe dovuta succedere prima, ma ora ci siamo. Siamo entusiasti e davvero fortunati“. Parole riprese più volte anche dalla protagonista stessa che, pur avendo cancellato il suo account Twitter per i pubblici attacchi subiti, si è detta anche entusiasta del ruolo, sottolineando come:
Crescendo, quando guardavo la televisione, non ho mai visto qualcuno in cui potessi identificarmi, figurarsi nel mondo dei supereroi,” e come di conseguenza questa opportunità sia per lei, e per tutte le giovani fan che la guarderanno e che non si sentivano rappresentate, un vero dono e un’esperienza da non sottovalutare e da cui non farsi distrarre a causa di commenti aggressivi che la distolgano dal compito che ha di fronte.

La serie, che come accennavamo avrà un’impronta piuttosto dark, si discosterà dai toni più leggeri e divertenti degli altri show dell’Arrowverse (Arrow escluso):
Lo show avrà una vibe tenebrosa,” ha infatti anticipato la Dries. “Quando, nel crossover dello scorso anno, Oliver, Barry e Kara sono arrivati a Gotham, abbiamo cercato – con le musiche, gli esterni, i vicoli bui ed il generale senso di trasandatezza – di costruire un’immagine di una città fuori controllo. Il fatto che i tre siano stati derubati subito al loro arrivo, è un perfetto esempio dell’atmosfera che abbiamo cercato di mostrare“. La serie si concentrerà in sostanza sugli effetti collaterali più difficili del combattere il crimine, un aspetto che – con la conclusione della capostipite dell’Arrowverse – verrebbe lasciato altrimenti inesplorato.

La prima stagione di Batwoman andrà in onda negli Stati Uniti a partire da domenica 6 ottobre su The CW.