Sta per arrivare su Disney + la stagione 2 di The Mandalorian e, nonostante la segretezza della serie, non mancano gli aneddoti succulenti della produzione. Ve ne proponiamo dieci trovati dal sito Starwarsnet e resi disponibili da Disney UK.

Tutto è iniziato allo Skywalker Ranch

Ci sono due menti dietro a The Mandalorian: Jon Favreau e Dave Filoni. I due si sono incontrati però ben prima di lavorare sulla serie. Più di un decennio fa, mentre Favreau stava completando il mix audio di Iron Man presso lo Skywalker Ranch ha incontrato Dave Filoni che stava segretamente lavorando a The Clone Wars. I due registi si sono mostrati i rispettivi film e da lì è nata la stima reciproca e… una partecipazione di Favreau nel cast vocale di The Clone Wars proprio nei panni del mandaloriano Pre Vizsla.

Pedro Pascal non aveva idea di essere in lizza per il ruolo di protagonista 

Per quanto possa sembrare assurdo, l’attore Pedro Pascal non aveva idea di dovere interpretare il protagonista della serie. Ha infatti raccontato che durante uno dei primi incontri con la produzione. È entrato in una stanza piena di artwork dello show e, guardandoli ammirato, ha chiesto ai produttori Favreau e Filoni: “per che personaggio devo fare il provino? Questa creatura? Questo robot?”. L’espressione sul suo volto quando gli è stato rivelato il ruolo deve essere stata impagabile. 

Perché la serie è piena di easter egg di Star Wars?

Per un semplice motivo, spiegato da Jon Favreau: “volevamo assicurarci che chi guarda la serie ed è un conoscitore di Star Wars possa essere ricompensato. Ed è qui che Dave è stato una miniera di informazioni.” Per raggiungere il loro obiettivo hanno provato strategie diverse, dalle citazioni più umoristiche ai riferimenti a dettagli particolarmente apprezzati dei film e delle serie tv dai fan più fedeli.

Mandalorian 2

La serie è bilanciata per essere apprezzata sia dai fan di lunga data che dai nuovi arrivati

Il bello di The Mandalorian è che non devi avere una conoscenza precedente di Star Wars per godertelo” ha spiegato Dave Filoni. La sfida dei narratori è stata proprio questa: ambientare le avventure all’interno di un mondo e di pianeti già noti, con un sistema di leggi, valori e personaggi con abbondante continuità alle spalle, ma renderlo accessibile anche ai (pochi) spettatori a digiuno della saga.

Carl Weathers dirigerà un episodio nella seconda stagione di The Mandalorian

Il suo Greef Karga è stato uno dei personaggi più amati lungo i primi otto episodi. Non solo l’attore Carl Weathers tornerà nei panni del leader della gilda dei cacciatori di taglie, ma dirigerà un episodio. Inizialmente la sua presenza doveva essere limitata. Con il tempo però la collaborazione si è estesa dati anche i felici risultati visti sullo schermo.

Tutti abbiamo una maschera

Mando non è un personaggio semplice da interpretare secondo Pedro Pascal. La grande difficoltà deriva soprattutto dal costume: non è facile infatti rendere un personaggio familiare al pubblico senza vederlo quasi mai in faccia. Per Pascal però il costume è un’immagine che rispecchia il carattere di ciascuno: “in un certo senso siamo tutti riparati dalla nostra armatura. E abbiamo paura di togliercela di dosso. È questo che lo rende un personaggio interessante”.

Jon Favreau ha portato Werner Herzog nella serie

Insolita ma potentissima la presenza di Werner Herzog nei panni del cliente è diventata iconica nella serie. Ma come è stato “reclutato” il regista? A quanto pare proprio da Jon Favreau che, da grande fan di Herzog, ha molto insistito per averlo nella parte.

E George Lucas cosa ne pensa?

Dalle immagini postate da Favreau sui social sappiamo che George Lucas ha fatto la sua consueta set visit durante la produzione di The Mandalorian. Favreau ha spiegato che, quel giorno, Lucas era sul set soprattutto per salutare Dave Filoni, con cui condivide una lunga collaborazione e di cui – stando alle parole del regista – va molto fiero. Lo sente come una sua scoperta personale che ha intrapreso il primo passo nel live action.

Pedro Pascal ha dovuto vedere molti film per prepararsi al ruolo

Non è insolito che gli attori si preparino ai propri ruoli leggendo, guardando film e studiando i lavori di altri attori. Quando Pascal ha chiesto a Favreau che opere dovesse usare come riferimento immediatamente gli è stato risposto: Akira Kurosawa e Sergio leone con film come La sfida del samurai ed Il buono il brutto e il cattivo. Per questo motivo mando richiama sia un samurai che Clint Eastwood

Chi sono gli artisti che hanno creato gli artwork dei titoli di coda?

Per la prima stagione sono Doug Chiang, Jama Jurabaev, John Park, Christian Alzmann, Ryan Church, Nick Gindraux. Vale la pena dare un’occhiata ai loro profili Instagram.

La seconda stagione di The Mandalorian arriverà il 30 ottobre su Disney+ ed è stata diretta da Dave Filoni, Bryce Dallas Howard, Robert Rodriguez, Carl Weathers e Jon Favreau. Nel cast dei nuovi episodi vi saranno anche Michael Biehn, Rosario Dawson (che sarà l’iconica Ahsoka Tano), Tamuera Morrison (Boba Fett) e Bill Burr insieme a diversi altri personaggi.

The Mandalorian, che porta la firma di Jon Favreau, ha come protagonista Pedro Pascal, ed è ambientata dopo la caduta dell’Impero e prima dell’ascesa del Primo Ordine. Al centro della trama vi è un pistolero solitario che raggiunge gli angoli più remoti della galassia, distanti dal controllo della Nuova Repubblica.

Recentemente, Jon Favreau ha dichiarato sulla seconda stagione:

Nella nuova stagione presenteremo una storia più ampia. Le storie di Mando saranno meno autoconclusive, anche se ogni episodio avrà il suo sapore, e speriamo di rendere il tutto molto più ambizioso. Diventa tutto più grande e spettacolare, ma anche la storia personale tra il Bambino e il Mandaloriano si sviluppa in un modo che penso che il pubblico apprezzerà molto.

CORRELATO A THE MANDALORIAN 2

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

Trovate tutte le informazioni e le recensioni della serie nella nostra scheda.

Quanto attendete la stagione 2 di The Mandalorian? Fatecelo sapere nei commenti!