Dal 9 ottobre, Mike Flanagan e Netflix hanno aperto i cancelli di una nuova, inquietante magione, quella di The Haunting of Bly Manor, a due anni esatti di distanza dall’arrivo dell’acclamata serie The Haunting of Hill House.

Lo show è ispirato al celeberrimo romanzo di Henry James “Il giro di vite” che viene riadattato da Mike Flanagan con le stesse intelligenti libertà narrative impiegate anche per l’adattamento di L’incubo di Hill House, il seminale romanzo di Shirley Jackson uscito nel 1959 spunto per la prima stagione. Oltre a rileggere l’immortale capolavoro letterario di Henry James, The Haunting of Bly Manor propone elementi presi e rielaborati da altre storie di fantasmi dello scrittore, racconti come Owen WingraveLa romanzesca storia di certi vecchi vestiti e The jolly corner.

Qualche giorno fa abbiamo avuto la possibilità di partecipare al junket virtuale della serie dove abbiamo incontrato le new entry nel cast e alcuni talent che avevamo già avuto modo di apprezzare in The Haunting of Hill House.

Vi abbiamo già fatto vedere l’intervista alle nuove aggiunte T’Nia Miller e Amelia Eve (la trovate linkata più in basso).

Oggi tocca alla chiacchierata fatta con i membri della (fu) famiglia Crain di Hill House Victoria Pedretti e Henry Thomas con cui abbiamo parlato della nuova esperienza avuta con questa seconda serie targata Mike Flanagan. Nel video noterete anche la “silente presenza” di Oliver Jackson-Cohen, ma non tenete: con lui abbiamo parlato del finale della serie in uno spoiler talk che vi proporremo lunedì.

Nel cast delle nuove puntate della serie antologica di Mike Flanagan ci sono Victoria Pedretti, Henry Thomas, Oliver Jackson-Cohen, Kate Siegel e Catherine Parker, al loro ritorno nello show in cui hanno in precedenza interpretato i ruoli di Nell, Hugh, Luke, Theo e Poppy. Tra i nuovi arrivi, invece, quello di Rahul Kohli.

La sinossi ufficiale:

L’ideatore Mike Flanagan e il produttore Trevor Macy di The Haunting of Hill House presentano THE HAUNTING OF BLY MANOR, il tanto atteso capitolo della serie antologica ambientato nell’Inghilterra degli anni ’80. Dopo la tragica morte dell’istitutrice, Henry Wingrave (Henry Thomas) assume una giovane bambinaia americana (Victoria Pedretti) per prendersi cura dei nipoti orfani (Amelie Bea Smith e Benjamin Evan Ainsworth) che vivono a Bly Manor con il cuoco Owen (Rahul Kohli), la giardiniera Jamie (Amelia Eve) e la governante, la signora Grose (T’Nia Miller). Ma al castello l’apparenza inganna e secoli di segreti oscuri d’amore e morte stanno per tornare a galla in questa storia gotica da brivido. A Bly Manor, la morte non è per sempre.

I coproduttori Flanagan e Macy si sono ispirati alle classiche storie soprannaturali di Henry James per creare questo dramma corale che vede tra gli altri interpreti Oliver Jackson-Cohen, Kate Siegel e Tahirah Sharif. I produttori esecutivi della serie sono Flanagan e Macy di Intrepid Pictures, insieme a Darryl Frank e Justin Falvey di Amblin Television.