La regina degli scacchi è una miniserie disponibile dal 23 ottobre su Netflix: creata da Scott Frank, Scott Frank, Scott Allan, Allan Scott, ha per protagonista Anya Taylor-Joy, affiancata da Bill Camp, Marielle Heller, Thomas Brodie-Sangster, Jacob Fortune-Lloyd, Isla Johnston, Harry Melling.

Qui sopra potete vedere la nostra videorecensione, mentre subito sotto la trama trovate il podcast audio.

LA REGINA DEGLI SCACCHI – LA TRAMA

Tratta dal romanzo di Walter Tevis, questa miniserie drammatica di Netflix è una storia di formazione che esplora il prezzo della genialità. Crescendo in un orfanotrofio del Kentucky verso la fine degli anni ’50, la giovane Beth Harmon (Anya Taylor-Joy) scopre di avere un talento incredibile per gli scacchi mentre sviluppa un problema di dipendenza dai tranquillanti che lo stato somministrava ai bambini come sedativi. Tormentata dai propri demoni e sospinta da una miscela di narcotici e ossessioni, Beth si trasforma in una figura eccentrica, estremamente abile e glamour, decisa a superare i confini tradizionali del mondo prettamente maschile delle gare di scacchi. La serie è diretta e sceneggiata dal candidato a due premi Oscar Scott Frank, mentre i produttori esecutivi sono lo stesso Frank, William Horberg e Allan Scott, che è anche il coideatore.